Covid-19
stampa

Coronavirus, è morto il cappuccino fratel Giampietro Vignandel

Dolore e preghiera oggi pomeriggio al convento dei Cappuccini alla Cervara e fra i volontari della Mensa della Provvidenza per la scomparsa per infezione da coronavirus di fratel Giampietro Vignandel.

Coronavirus, è morto il cappuccino  fratel Giampietro Vignandel

Dolore e preghiera oggi pomeriggio al convento dei Cappuccini alla Cervara e fra i volontari della Mensa della Provvidenza per la scomparsa per infezione da coronavirus di fratel Giampietro Vignandel, religioso di origine veneta, 47 anni, che era risultato positivo 15 giorni fa. Da tre anni era a Trento dove collaborava con il superiore fra Massimo Lorandini, suo coetaneo, nella gestione della mensa dei poveri e nel coordinamento dei numerosi volontari che si alternano nella struttura d’accoglienza. Era stato lo stesso fra Massimo ad avvisare la comunità e i volontari nei giorni scorsi della gravità della situazione di fratel Gianpietro, ricoverato da domenica in terapia intensiva.
“Ora vorrei ricordarlo così come se stesse guardandoci dal cielo per proteggerci”, ha scritto oggi fra Massimo nel comunicarne la morte, chiedendo una preghiera per lui, un religioso di cui tutti apprezzavano bontà e accoglienza. Soprannominato frate Tuck per l’aspetto bonario, era un operatore instancabile, capace di acolto  e collaborava nella chiesa dei frati anche per il servizio pastorale come ministro dell’Eucaristia.
Originario di Annone Veneto era stato per anni nel convento di Venezia fino al recente trasferimento in Trentino a seguito della riorganizzazione della Provincia cappuccina del Nordest d’Italia nel 2014.

Coronavirus, è morto il cappuccino fratel Giampietro Vignandel
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento