I Gialli di Neri

Briganti che appaiono e scompaiono come inghiottiti dal sottosuolo, un tesoro di cui si sono perse le tracce, una villa misteriosa sulle pendici della montagna di Trento… tenetevi forte, lettori, le pagine del nostro settimanale si tingono di giallo, grazie alla penna di Mauro Neri.

Ecco in che modo un “barone del sol” - così si facevano chiamare i mendicanti di Trento dall’epoca del Concilio di Trento, quando vennero relegati al di là dell’Adige, dove oggi si trova il quartiere di Piedicastello - aiutò Antonio Cavazzani, capo degli sbirri di Trento, a risolvere un caso giudiziario per certi aspetti misterioso e intricato.

Eccoci di nuovo in compagnia dei nostri due amici della Trento settecentesca: il capo delle guardie Antonio Cavazzani, questa volta alle prese con una seconda serie di misteriosi furti perpetrati da sconosciuti in alcuni palazzi della nobiltà locale, e il “barón del sol” Arturo dalle Molin.