Spettacoli
stampa

La proposta della Circoscrizione Oltrefersina in collaborazione con l'Opera Universitaria

"Oh...che bella guerra!". Il centenario della tragedia questa sera al teatro Sanbapolis

Uno spettacolo di teatro-cabaret che alterna comicità, canti popolari, monologhi, testimonianze, satira sui "grandi" strateghi degli eserciti. "Oh...che bella guerra!", portato in scena dal GAD di Trento al teatro Sanbapolis, racconta la tragedia della grande guerra e l'inutilità del sacrificio di 17 milioni di morti.

Parole chiave: teatro (923), spettacolo (611), grande guerra (301), prima guerra mondiale (46), morti (29), caduti (84), soldati (19), giovani (2182)
La locandina dello spettacolo

La locandina dello spettacolo

In occasione del centenario dalla fine della Prima Guerra mondiale, un evento che ha duramente coinvolto e stravolto la città di Trento, la Circoscrizione Oltrefersina propone in collaborazione con l'Opera Universitaria, lo spettacolo dal titolo "Oh... che bella guerra" di Luigi Lunari per la regia di Alberto Uez, portato in scena dal GAD di Trento al teatro Sanbapolis. Lo spettacolo va riscuotendo notevole successo in tutto il Trentino e in varie regioni italiane. Quella del centenario è parsa l'occasione più significativa per proporlo ancora una volta nel teatro della cittadella universitaria, questa sera alle 20.30, ad ingresso libero per favorire la massima partecipazione. Questa particolare rappresentazione dell'evento 'guerra mondiale' è risultato tra l'altro vincitore del Festival Nazionale “Sipario D'Oro 2018” , rappresentato più volte a Pesaro in ottobre ed ammesso a partecipare a Macerata al Festival nazionale di teatro amatoriale. Può far valere inoltre numerose repliche nelle scuole di Pesaro e presso l'università di Camerino.

Si tratta di una narrazione sulla Grande Guerra, dell'inutilità del sacrificio di 17 milioni di morti, ed è costituita da uno spettacolo di teatro-cabaretche alterna comicità, canti popolari, monologhi, testimonianze, satira sui generali, sui 'grandi' strateghi degli eserciti. Il tutto arricchito da citazioni di Trilussa, Einstein, Malaparte, Boris Vian, Brecht.

È questa una proposta teatrale che può suscitare interesse all'interno di ogni categoria sociale, per la tipologia particolare dell'allestimento, sapendo unire nella forma di teatro-cabaret, emozioni, spunti per una riflessione ed anche momenti divertenti.Nello spettacolo si avvicendano oltre una quarantina di personaggi, interpretati da quindici attori, con un narratore che ne guida le gesta, in una scenografia simbolica rievocante un campo di battaglia stilizzato. Risultano infine di notevole interesse gli elementi multimediali introdotti, che immergono lo spettatore nella vera, cruda realtà della guerra, documentando anche in questo modo le tematiche storico-artistiche trattate.

"Oh...che bella guerra!". Il centenario della tragedia questa sera al teatro Sanbapolis
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento