Sport
stampa

Rosa volley

È un momento da incorniciare per la pallavolo femminile di casa nostra. Delta Informatica Trentino Rosa e CercaSì Volano Volley stanno comandando con piglio autoritario, entusiasmante e convincente i rispettivi campionati di serie A2 e B1. Storie diverse, ma accomunate dalla stessa voglia di crescere e migliorare un passo alla volta.

Parole chiave: Sport (3088), volley (82), pallavolo (166)

Un momento da incorniciare per la pallavolo femminile di casa nostra con Delta Informatica e CercaSì Volano al comando dei rispettivi campionati di serie A2 e B1

Fondriest e compagne stanno dominando la regular season di A2 - foto Alessio Marchi

Fondriest e compagne stanno dominando la regular season di A2 - foto Alessio Marchi

È un momento da incorniciare per la pallavolo femminile di casa nostra. Delta Informatica Trentino Rosa e CercaSì Volano Volley stanno comandando con piglio autoritario, entusiasmante e convincente i rispettivi campionati di serie A2 e B1. Storie diverse, ma accomunate dalla stessa voglia di crescere e migliorare un passo alla volta.

Qui Trento. Al sesto anno consecutivo sui palcoscenici della seconda serie nazionale, la Delta Informatica affidata al tecnico veronese Matteo Bertini s'è confermata una corazzata in grado di dominare il girone B dell'A2 raccogliendo la bellezza di 43 punti nelle prime 16 gare (incappando in un solo ko da inizio torneo). Un ruolino di marcia impressionante quello delle trentine che, dopo il boccone amaro della passata stagione, sognano di conquistare una storica promozione in A1 fra le mura del Sanbàpolis.

E proprio nella palestra di via della Malpensada, mercoledì 8 gennaio, è andato in scena il 2° Trofeo Cesarini Sforza. Un succoso e interessante antipasto di quanto si potrebbe rivedere solo fra qualche mese, perché al Sanbàpolis - dinanzi ad una bellissima cornice di pubblico - è sbarcata l'Imoco Conegliano di Simone Alessio, campione del Mondo per club in carica.

Fondriest e socie, dopo aver vinto il 1° set grazie agli attacchi disegnati dalle scatenate Piani e Melli, sono riuscite a dare filo da torcere al team trevigiano - privo di Kruijf e Wolosz - che ha dovuto fare leva sulla granitica Paola Egonu (mvp del trofeo con 22 punti a referto) per ribaltare il punteggio. Un bagno di folla, al termine dell'incontro, per il “martello” azzurro che si può senz'altro ritenere una delle atlete più forti e determinanti del volley mondiale.

“Ogni anno s'impara qualcosa o forse si sbaglia un po' meno - spiega il presidente della Trentino Rosa, Roberto Postal -, ma sicuramente nelle ultime stagioni ci siamo strutturati con maggior attenzione. Muoversi sul mercato non è mai semplice, ma ora la società ha una sua reputazione a livello nazionale e con lo stesso budget sono arrivate a Trento atlete davvero forti e motivate. Stiamo attraversando una fase esaltante, nonostante il grave infortunio di Moncada, e proveremo a centrare il bersaglio dopo diversi tentativi. La serie A1? Lo scalino è grande sia a livello tecnico che fisico - analizza Postal -, ma in questi primi mesi del 2020 lavoreremo per farci trovare pronti se i risultati continueranno a darci ragione”.

Qui Volano. Scendendo venti chilometri più a sud incontriamo un'altra capolista che ha chiuso il 2019 in bellezza grazie a ben 9 successi nelle prime 10 uscite del girone d'andata. Si tratta della CercaSì Volano che, sotto la guida dell'allenatore bolognese Luca Parlatini, sta mettendo sotto anche le formazioni più blasonate ed attrezzate presenti nel girone B della serie B1. Con un roster composto quasi totalmente da atlete regionali e puntellato soltanto con un paio di acquisti mirati durante la scorsa estate, la compagine lagarina sta vivendo un autentico sogno assieme ai propri tifosi che, nell'arena di via Zucchelli, stanno crescendo di partita in partita.

Domenica pomeriggio per Bogatec e socie - dopo aver messo sotto l'albero di Natale un 1° posto storico grazie al bellissimo successo interno sul Giorgione - ci sarà immediatamente un esame difficile ed insidioso sul parquet dell'ambiziosa Offanengo, realtà cremonese che occupa attualmente il gradino più basso del podio. “Sapevamo di poter contare su un gruppo rodato, coeso e resiliente - racconta il presidente di Volano Volley, Vigilio Baldessarini -, ma non pensavamo proprio di riuscire a chiudere l'anno in vetta alla graduatoria. Eravamo consci delle qualità di questa rosa costruita con attenzione dal direttore sportivo Michele Boschi, ma l'arrivo di coach Parlatini ci ha permesso di fare un ulteriore salto di qualità a 360°. Inutile pensare ad un'eventuale promozione in questo momento, ma piuttosto godiamoci con orgoglio questo primato con la consapevolezza che il bello deve ancora venire”.

Un risultato davvero fantastico per una piccola realtà come quella di Volano, conclude il massimo dirigente biancorosso, “ed un grande applauso va rivolto ai tantissimi volontari sempre vicini alla società, un patrimonio fondamentale che è la nostra vera eccellenza”.

Rosa volley
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento