Valli

Domenica 8 ottobre, tutta la comunità pastorale di Giovo si è stretta attorno ai propri pastori, don Giuseppe Beber e don Michele Balestra, per festeggiare i loro 50 anni di apostolato fra le genti.

Nelle scorse settimane la comunità di Baselga e dell'Altopiano di Pinè che sin dal gennaio 2015 ha accolto prima a Miola e quindi a Piazze di Pinè dei ragazzi e delle famiglie di richiedenti asilo e migranti, ha dato il via a due progetti di integrazione e solidarietà. Un'esperienza d'accoglienza, tra le prime avviate nei comuni e comunità periferiche trentine, nata tra tante perplessità e qualche malumore, ma che ha visto crescere un po' alla volta una vera solidarietà e partecipazione di realtà civili, sociali, associazioni e parrocchie.

Bambine e bambini, ragazze e ragazzi. Abbandonati perché gravemente malati. Disabilità fisiche e psichiche di ogni tipo, gravi, in certi casi con possibilità terapeutiche nulle, il semplice mantenimento dell’esistente. È a Encanada, sperduto paesino a 3 mila metri sulle Ande peruviane che Daniela Salvaterra, infermiera di Tione, ha fondato la sua missione.

Oltre che prete, politico, giornalista, Guetti fu imprenditore abile a muoversi sul “mercato” spuntando condizioni migliori a favore dei deboli. Il quadro emerge da una imponente ricerca storica e archivistica della Fondazione, presentata sabato a Larido

Nel fine settimana una iniziativa composita che prevede momenti culturali di alto valore scientifico ma anche rievocativi più disimpegnati e dilettevoli

Molte le iniziative proposte per l'autunno. La responsabile Lorengo: “Sono eventi che concorrono a soddisfare le esigenze del territorio, con una visione a 360° sulla realtà locale”

Torna a Riva del Garda la manifestazione che celebra a 360° la passione per lo sport, “quello che fa bene, fa divertire, fa crescere e fa entusiasmare”. Dal 6 all'8 ottobre prossimi, nel quartiere fieristico di Riva del Garda (l'ingresso è gratuito, con orario dalle 9 alle 18), si svolgerà la seconda edizione di “Trentino Sport Days”, l'evento che celebra a 360° la passione per lo sport con la “esse”

La fusione tra Cassa Rurale Val di Fassa - Agordino e la Cassa delle Valli di Primiero - Vanoi è alle porte. Venerdì 6 ottobre i soci dei due istituti di credito sono invitati a partecipare alle rispettive assemblee straordinarie per pronunciarsi sulla costituzione di un unico soggetto che si chiamerà Cassa Rurale Dolomiti Fassa, Primiero e Belluno.

Fa tappa fino al 21 ottobre a Lasino la mostra itinerante “Libere e sovrane”. Alla serata inaugurale erano presenti anche le curatrici

Il Vangelo ci insegna a essere pronti a fare festa e ad aprirci agli altri. Questo è il messaggio che, domenica 1° ottobre, il vescovo Lauro ha voluto lanciare nell’omelia della Messa conclusiva della tre-giorni di sagra dell’oratorio Bellesini di Borgo.

Difficilmente a Storo si troveranno persone che non hanno conosciuto Maria Zontini, meglio nota come Maria de Monfrì dal soprannome di famiglia, che a 95 anni ha lasciato il proprio paese per l’ultimo viaggio terreno. Molti, forse i più giovani, la ricorderanno per averla incontrata spesso con la sua inseparabile bicicletta; altri la ricorderanno per la cordialità, l’entusiasmo che sapeva trasmettere, la cortesia di rivolgere una parola e un incoraggiamento a chiunque incrociasse per strada.

Nel panorama dello sport dilettantistico dell’Alta Valsugana c’è una società che è il vero faro per coloro che vogliono divertirsi ed impegnarsi nello sport per passione e divertimento, senza dell’assillo del risultato. L’A.S.D. Audace di Caldonazzo, fucina degli atleti locali, compie cinquant’anni e lo fa regalandosi un libro che ne ripercorre la storia.

“Sono trascorsi nove anni e le nostre strade si dividono. Abbiamo imparato da te l’importanza di ascoltare, di prenderci cura degli altri, che fuori dalla nostra porta non è tutto buio, brutto, ma che si può trovare aiuto quando si sta male; cercheremo di mantenere quello che hai costruito. Infine grazie per l’energia che hai trasmesso ai bambini e ai ragazzi”.

Si festeggia sabato e domenica, per il cinquantesimo di fondazione del “Centro studi per la Val di Sole

Cultura tout court, sono solo quella dei comuni consorziati ma di tutto l’Alto Garda, anzi delle Alpi, con convegni, mostre, exhibitons, incontri culturali, rapporti con le accademia a livello europeo: questo si chiama in una parola il rilancio di Casa degli Artisti.

È di nuovo il tempo della Festa dell’Uva di Verla di Giovo: tre giorni, da venerdì 22 a domenica 24 settembre, durante i quali la comunità si incontra e apre le porte ai numerosissimi ospiti che accorrono per festeggiare la fine del lavoro nei campi e della vendemmia, nonché per ammirare i tipici terrazzamenti vitati della valle che corrono lungo quasi 800 chilometri di muretti a secco, recentemente riconosciuti “paesaggio storico d’Italia”.

Ondate di caldo intervallate a pulsioni fredde, siccità, piogge intense, frane, temporali violenti accompagnati da grandine, elevato numero di fulmini sono ormai una “normalità”. Gli inverni poco nevosi,le primavere sempre più precoci, gli autunni che a volte sembrano prolungamenti dei giorni estivi, sono segnali inequivocabili che il pianeta si sta riscaldando.