Pag 36: Agricoltura per tutti
stampa

Sergio Baroni gestisce a Lizzanella uno speciale vivaio di 3 mila metri quadrati

L'uomo che sussurra al vischio

Dice di avere ereditato dal padre i segreti per coltivare vischio e agrifoglio e dimostra in effetti di saperne molto di più dei libri stampati che abbiamo consultato prima di incontrarlo...

Parole chiave: agricoltore (3), agrifoglio (4), vischio (4), lizzanella (3), sergio baroni (1)
Lizzanella - Sergio Baroni, 60 anni, coltiva vischio ed agrifoglio nel suo vivaio di Lizzanella  - novembre 2008 [Giuseppe Michelon

Lizzanella - Sergio Baroni, 60 anni, coltiva vischio ed agrifoglio nel suo vivaio di Lizzanella - novembre 2008 [Giuseppe Michelon

Per acquistare i suoi addobbi natalizi vegetali dovete recarvi in Corso Rosmini a Rovereto, dove allestisce un banco vendita autorizzato dal Comune ed è presente tutti i giorni di dicembre. Ma per conoscerlo da vicino ed apprezzarne la professionalità dovete fargli visita a Lizzanella, Corso Verona 46, dove gestisce un vivaio di 3 mila metri quadrati adibito alla coltivazione di vischio e agrifoglio, piante del buon augurio per le feste di fine anno. Parliamo di Sergio Baroni, 60 anni, diploma di terza media, iscritto all’albo degli imprenditori agricoli di seconda, di professione giardiniere, pensionato. Dice di avere ereditato dal padre i segreti per coltivare vischio e agrifoglio e dimostra in effetti di saperne molto di più dei libri stampati che abbiamo consultato prima di incontrarlo.

Baroni, cominciamo dal principio. Come si pianta il vischio?

Si parte dalla bacca matura asportata da un cespo cresciuto naturalmente su una pianta di bosco, di solito pino silvestre. La bacca deve essere matura e questo si verifica verso il mese di marzo. Si schiaccia e si estrae il seme avvolto da un materiale appiccicoso. L’innesto, cioè il posizionamento del seme sulla corteccia della pianta scelta come supporto vivo, si deve fare quando la corteccia è bella e liscia.

Su quali piante riesce ad ottenere cespi di vischio belli e da vendere?

L'elenco è piuttosto lungo: abete bianco, pero, melo, pesco, mandorlo, ciliegio selvatico, susino, sorbo, biancospino, tiglio, acacia, carpino.

Quanto impiega il vischio a crescere?

Il seme impiega 1-2 anni per formare il cornetto (falsa radice) ed i cordoni subcorticali che si piantano nei vasi della linfa ascendente. Il pieno sviluppo si ha dopo 6-7 anni sul pino silvestre, dopo 3-4 anni sul melo.

Quali caratteristiche deve avere un cespo di vischio gradito al cliente?

Deve essere bello verde, con tante bacche e foglie piccole. Sull’acacia (robinia) il vischio sviluppa foglie troppo grandi.

Quali sono le condizioni climatiche favorevoli?

Il vischio vuole molta luce. La pioggia, se non è eccessiva, favorisce lo sviluppo del cespo. La siccità lo frena.

La pianta ospite soffre per la sottrazione di linfa da parte del vischio?

Dipende della specie. Il sorbo non dà segni di sofferenza. Il pesco può anche seccare. Sui libri di botanica si dedicano pagine alla sistematica del vischio: famiglie, generi, specie. In Europa il vischio cresce su circa 40 specie di alberi e proprio in funzione dell’ospite che colonizza si divide in tre sottospecie: vischio dell’abete, vischio del pino, vischio delle latifoglie. In genere il vischio delle conifere non attecchisce sulle latifoglie. La pratica si fa provando e riprovando.

Qualche novità per i futuri innesti?

Sto tentando di piantare vischio sull’agrifoglio per ottenere due piante benauguranti su un'unica matrice.

Resta poco per parlare dell’agrifoglio. Sergio Baroni ricorda quando con il padre andava a Passo Buole o sui Lessini a raccogliere rami e piantine di agrifoglio. Allora la raccolta era permessa. Poi sono intervenute le norme forestali ed è stato necessario ricorrere al vivaio. Premesso che l’agrifoglio è specie dioica ( fiori maschili e femminili su piante diverse), per moltiplicare le piante che producono bacche (femminili) Baroni ricorre alla margotta o alla propaggine come si fa con l’oleandro o con le viti. La pianta nuova si ottiene nell’arco di un anno e mezzo. Se l’agrifoglio si ammala e presenta germogli o apici secchi, bisogna potare drasticamente.

Per ulteriori informazioni sugli innesti, Baroni è disponibile al n. 347.1209964.

a cura di Sergio Ferrari e Giuseppe Michelon

L'uomo che sussurra al vischio
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento