Pag 4: Attualità
stampa

Wojtyla e il genio delle donne

Il Papa che disse loro grazie

“Grazie a te, ‘donna’ per il fatto stesso che sei ‘donna’! Con la percezione che è propria della tua femminilità tu arricchisci la comprensione del mondo e contribuisci alla piena verità dei rapporti umani”. Parole di Papa, parole di Giovanni Paolo che nel 1995 – l’anno della sua visita a Trento, già provato nel fisico ma lucido nelle intuizioni – scriveva così nella sua “Lettera alle donne”, tributo di riconoscenza al genio femminile già esaltato nella storica enciclica “Mulieris dignitatem”.

Parole chiave: Giovanni Paolo II (57), libri (1854), chiesa (6407)

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito