Pag 47: Dialogo aperto
stampa

Dialogo aperto

Rom e deportazioni

Parlare di deportazioni, di forni crematori è sicuramente esagerato. Certo non si può dimenticare un passato che nel periodo fascista ci ha visto protagonisti con le leggi razziali dell’eliminazione di etnie scomode al potere e di soggetti contrari alla politica del momento. Quando la polizia arrivava a bussare all’uscio di casa spesso invitava la vittima di turno a seguirlo, come si trattasse di un semplice controllo. Ci pensate: un uomo in divisa che ti invita a seguirlo, c’è possibilità di dirgli di no? Qualsiasi divisa sostenuta da una politica di repressione fa paura.

In Francia la polizia si presenta in forze, armata di tutto punto e offre ai rom che sopravvivono nei campi abusivi la scelta di andarsene con 300 euro: anche loro vengono invitati e “stranamente” accettano di essere accompagnati fuori dal Paese.

Parole chiave: razzismo (95), minoranze (255)

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito