Pag 12: Attualità
stampa

Il chirurgo che operò Papa Giovanni Paolo II dopo l'attentato in piazza San Pietro

“Mai tremate le mani”

Fervono i preparativi per il primo maggio, quando Papa Giovanni Paolo II verrà beatificato in Vaticano. L'annuncio dato da Benedetto XVI lo scorso 15 gennaio 2011 è stata accolta con gioia a Cles dal prof. Giovanni Salgarello, il primo chirurgo dell'Università Cattolica “Gemelli” di Roma a soccorrere Giovanni Paolo II nel tragico pomeriggio del 13 maggio del 1981 quando subì l'attentato da parte del turco Mehmet Ali Agca, che gli sparò contro due colpi di pistola, ferendolo gravemente in piazza San Pietro. Schivo per natura, da allora il chirurgo ha sempre cercato di evitare l'assalto mediatico, assecondando talora gli operatori dell'informazione con scarne informazioni sul ruolo avuto in sala operatoria. A Vita Trentina racconta il ruolo avuto durante l'intervento, il grazie del pontefice, la lettera del card. Casaroli, il processo ad Ali Agcà, i riconoscimenti dello Stato.

Parole chiave: personaggi (1014), Giovanni Paolo II (57), Vaticano (202)

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito