Pag 36: Agricoltura per tutti
stampa

Da una stima elaborata da Claudio Ioriatti (Istituto agrario di S. Michele) riferita ad una zona della val di Non

Cala l’impatto degli agrofarmaci

Sette mesi di permanenza presso la Cornell University di New York hanno consentito a Claudio Ioriatti, responsabile dell’area sperimentazione agraria e agricoltura sostenibile del Centro per il trasferimento tecnologico della Fondazione Mach-Istituto agrario di S. Michele all’Adige, di approfondire un argomento di crescente attualità: la misura dell’impatto degli agrofarmaci sull’ecosistema agricolo. Per applicare quanto appreso dai colleghi americani alla frutticoltura trentina. Ioriatti ha effettuato una stima a tavolino riferita ad una zona della Val di Non, giungendo alla conclusione che nell’arco di un decennio l’impatto della difesa fitosanitaria del melo è diminuito del 23%.

Parole chiave: frutticoltura (139), agricoltura (2194), agrofarmaci (8)

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito