Pag 44: Agricoltura per tutti
stampa

I TECNICI DI S. MICHELE RIVALUTANO IL RUOLO DELLA PSILLA MELANONEURA

Scopazzi del melo: gli insetti vettori

Il monitoraggio a campione eseguito nel periodo post raccolta nelle mele in 8 macroaree omogenee del Trentino per verificare la percentuale numerica di presenza di meli colpiti da scopazzi o comunque recanti sintomi premonitori della malattia ha portato alla constatazione che la percentuale di piante colpite da mal degli scopazzi è più alta in Valsugana che in altre zone del Trentino: proprio dove la psilla melanoneura è presente in quantità elevata.

Parole chiave: frutticoltura (135), agricoltura (2176)

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito