anno 90 - n° 44
stampa

Venerdì a Rovereto un convegno per i 15 anni dell'Aima. La presidente Osvald ribadisce l'importanza di una diagnosi precoce: “Migliora la qualità di vita dei malati di alzheimer e famigliari”

“C'è ancora molto da fare...”

È nata a Rovereto 15 anni fa quando ancora di Alzheimer si sapeva poco o nulla. Da allora, dal 18 febbraio del 2000, Aima, l'Associazione italiana malati di Alzheimer è cresciuta e festeggerà il suo primo quindicennio di vita il 7 novembre alle 11 con un convegno nella sala della Fondazione Caritro, in piazza Rosmini.

Parole chiave: Rovereto (628), Alzheimer (90), piazza Rosmini (1), Aima (4)

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito