anno 91 - n° 22 - Il passo di Francesco
stampa

Letto per voi

E corre la locomotiva alla conquista del West

Una storia abilmente raccontata da Ferrara che le parole le sa usare bene e sa dare il giusto ritmo alla narrazione, lasciando al momento opportuno il racconto in sospeso perché i lettori possano lavorare con la fantasia e dar forma ai loro sogni, guardando avanti come fa Billy, sporgendosi dall'abitacolo della locomotiva.

Percorsi: libri - ragazzi
Parole chiave: Recensioni (256), ragazzi (612), libri (1857)
Copertina libro - Letto per voi: Antonio Ferrara, "80 miglia" - Einaudi Ragazzi

Copertina libro - Letto per voi: Antonio Ferrara, "80 miglia" - Einaudi Ragazzi

Antonio Ferrara, 80 miglia - Einaudi Ragazzi – 131 p. - € 11,00 - Età di lettura: da 10 anni

C'è la conquista del West in “80 miglia” (Einaudi Ragazzi) di Antonio Ferrara. Non è, però, la tradizionale storia di cowboy e indiani che si combattono per i territori. È la storia della colonizzazione attraverso la costruzione della ferrovia da parte della Union Pacific con lo scopo di unire la costa Atlantica e Pacifica.

La voce narrante è quella di Billy, un tredicenne che, affascinato dalla grande locomotiva, abbandona la sua casa per seguire gli operai che costruiscono, miglio dopo miglio, la via ferrata e si spostano a ovest portandovi i coloni e creando nuove città. Non è tutto oro, però, ciò che luccica e anche se le parole di Joe, pagato dalla Union Pacific per raccontare le meraviglie che stanno sempre quelle ulteriori 80 miglia più in là, verso ovest, non poche sono le difficoltà da affrontare. Prima fra tutte l'incontro (che diventa scontro) con gli indiani che da sempre vivono in quelle terre. Attorno alla costruzione di questa ferrovia si muove un mondo fatto di paesi che nascono, di case che vengono lasciate, di amici che Billy incontra e poi deve salutare. C'è una ragazza coraggiosa. C'è George, il macchinista, che ha capito che il sogno di Billy è guidare la locomotiva. C'è anche William Frederic Codey, detto Buffalo Bill, incaricato dalla Union Pacific di cacciare i bisonti per dar da mangiare agli operai. C'è, soprattutto, Joe. È lui che affascina Billy con le sue storie, con la sua capacità di usare le parole.

Una storia abilmente raccontata da Ferrara che le parole le sa usare bene come Joe, che sa dare il giusto ritmo alla narrazione utilizzando pause e accelerazioni, lasciando al momento opportuno il racconto in sospeso perché i lettori, come i coloni che ascoltano Joe, possano lavorare con la fantasia e dar forma ai loro sogni, guardando avanti come fa Billy, sporgendosi dall'abitacolo della locomotiva.

E corre la locomotiva alla conquista del West
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento