anno 91 - n° 41 - Passaggi di mano
stampa

Letto per voi

Giù la maschera!

Ulrich Hub riesce in questa storia piacevole e irriverente a tenere alto il ritmo di narrazione senza forzare troppo e imbrigliando dalla prima all'ultima riga l'attenzione del lettore. Grazie anche alle divertenti illustrazioni di Heike Drewlow, che ben dialogano con il testo, la lettura è intrigante.

Percorsi: libri - ragazzi
Parole chiave: Recensioni (256), ragazzi (603), libri (1836)
Ulrich Hub con le illustrazioni di Heike Drewlow (traduzione di Alessandra Valtieri), "Le volpi non mentono mai" - Rizzoli, 2016

Ulrich Hub con le illustrazioni di Heike Drewlow (traduzione di Alessandra Valtieri), "Le volpi non mentono mai" - Rizzoli, 2016

Ulrich Hub con le illustrazioni di Heike Drewlow (traduzione di Alessandra Valtieri), Le volpi non mentono mai - Rizzoli, 2016 - p. 149, euro 14,00 – ebook euro 6,99 - Età di lettura da 8 anni

Del mentire. Questo l'argomento serio affrontato, ma non superficialmente, in “Le volpi non mentono mai” (Rizzoli). Il titolo è come un paradosso se relazionato all'immaginario comune in cui le volpi incarnano l'idea di furbizia e di falsità. In realtà si tratta di solo di un pregiudizio e anche questo fa parte del contenuto di questa storia di un gruppo di animali in attesa nell'Animal Lounge di un aeroporto: un cane, una tigre, un panda, una scimmietta, due pecore gemelle e un'oca. Eccetto il cane, che è il sorvegliante, tutti gli animali sono in attesa di partire e mentre aspettano raccontano le loro storie nascondendo, però, un segreto o, perlomeno, senza dire tutta la verità, cercando di dare agli altri un'idea di sé più perfetta possibile. (Ma questo non è ciò che tutti spesso facciamo nella nostra vita sociale?). Ad un certo punto arriva una volpe che, intrufolatasi di nascosto, essendo priva di passaporto, cerca di procurarsene uno per poter partire. La situazione diventa esilarante perché la volpe mette in discussione ciò che gli altri animali dicono o fanno. Tutto diventa paradossale e non si può non sogghignare leggendo le varie trovate astute dell'animale dalla folta coda.

Ulrich Hub riesce in questa storia piacevole e irriverente a tenere alto il ritmo di narrazione senza forzare troppo e imbrigliando dalla prima all'ultima riga l'attenzione del lettore. Grazie anche alle divertenti illustrazioni di Heike Drewlow, che ben dialogano con il testo, la lettura è intrigante. Luoghi comuni e certezze sono smontati pezzo per pezzo. Valori e pensieri sono messi in relazione per mettere in evidenza punti di forza e debolezze dei personaggi. Fin dove si spingerà la volpe? Come si uscirà dalla confusione creata dal suo intervento? Non è il caso di svelarlo qui. Si sappia, comunque, che non è facile nemmeno per i furbi più furbi cavarsela in determinate situazioni: per riuscire a tirarsi fuori da certi grovigli non basta l'astuzia, bisogna anche essere molto abili nel raccontare le bugie...

Giù la maschera!
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento