anno 92 - n° 13 - Maestro del Concilio
stampa

Nostra intervista al vescovo emerito di Ivrea, mons. Luigi Bettazzi

“La Messa non è finita”

Unico vescovo italiano vivente testimone della stagione del Concilio Vaticano II, mons. Luigi Bettazzi, classe 1923, vescovo emerito di Ivrea e presidente del Centro studi di Pax Christi, il movimento per la pace di cui è stato presidente internazionale, oggi vive “in treno”, come ha detto scherzosamente (ma non troppo) ai seminaristi trentini. “La Chiesa dei poveri e la sinodalità sono le due grandi intuizioni di Papa Francesco”, dice in questa lunga intervista.

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito