anno 92 - n° 20 - "Auxiliadora" per i bimbi del Togo
stampa

Letto per voi

Diversità e uguaglianza

Due albi, in un certo senso complementari, che, in un crescendo quasi surreale di situazioni e grida, mettono a nudo il pensiero preconcetto di chi non accetta il diverso.

Parole chiave: Lettura (306), recensioni (256), ragazzi (621), letteratura (584), libri (1875)

Yasmeen Ismail, Sono una ragazza! - EDT-Giralangolo, 2017 – 32 p. - € 13,50 - Età di lettura: da 4 anni

Daniele Movarelli con le illustraizoni di Michele Rocchetti, Quellilà - Edt-Giralangolo, 2017 – 28 p., € 15,00 - Età di lettura: da 5 anni

Copertina libro - Yasmeen Ismail, “Sono una ragazza!” - EDT-Giralangolo, 2017

Copertina libro - Yasmeen Ismail, “Sono una ragazza!” - EDT-Giralangolo, 2017

Diversità e uguaglianza. Due temi trattati specularmente in due tra gli ultimi albi pubblicati da Edt-Giralangolo: “Sono una ragazza” di Yasmeen Ismail e “Quellilà” di Daniele Movarelli e Michele Rocchetti.

Non c'è nessun problema ad essere una ragazza, se non fosse che tutti ti scambiano sempre per un maschio: ti piace sfrecciare sui pattini, ascoltare a tutto volume la musica rock, portare i capelli corti e imparare tutto sulle navi. Tutti si stupiscono, ma che importanza ha? Se ti piace fare tutte queste cose, puoi farlo rimanendo te stessa. “Io sono io!” grida la piccola protagonista di questo albo, e ancor più forte lo grida il suo amico cui piace giocare con le bambole. Convenzioni e stereotipi non devono impedire l'affermazione di se stessi. Senza condizionamenti.

Copertina libro - Daniele Movarelli con le illustraizoni di Michele Rocchetti, "Quellilà" - Edt-Giralangolo, 2017

Copertina libro - Daniele Movarelli con le illustraizoni di Michele Rocchetti, "Quellilà" - Edt-Giralangolo, 2017

Essere prevenuti nei confronti di chi non si conosce è limitante. È più facile alzare barriere per difendersi piuttosto che fare un passo in più per provare a conoscere Quellilà che, pur vivendo vicini da sempre, non si sono mai visti. Vivere di qua, non permette di vedere chi vive di là. Quindi, meglio diffidare! Ma il destino, a volte...

Due albi, in un certo senso complementari, che, in un crescendo quasi surreale di situazioni e grida, mettono a nudo il pensiero preconcetto di chi non accetta il diverso, e guarda con sospetto chi si comporta diversamente. Due albi divertenti, ironici e vivaci. Molto diversi tra loro, ma efficaci per smantellare la diffidenza e la condanna dell'altro per arrivare a conoscere e accettare ognuno per quello che è in ogni tempo e luogo.

Diversità e uguaglianza
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento