anno 92 - n° 44 - Preti, anche in autunno
stampa

Letto per voi

Tra scienza e rap

40 esperimenti scientifici facili da fare a casa, per strada, a scuola, nel parco e in viaggio, introdotti da dei veri e propri testi rap corredati da basi musicali da scaricare con il tablet o il telefonino.

Parole chiave: Lettura (283), recensioni (256), ragazzi (598), libri (1813)

C. Bianchi, A. Bugini, C. Gallus, T. Porcella con le illustrazioni di I. Fulghesu

Scienza Rap

Editoriale Scienza, 2017

96 p. - € 11,90

Età di lettura: da 7 anni

C. Bianchi, A. Bugini, C. Gallus, T. Porcella con le illustrazioni di I. Fulghesu, “Scienza Rap” - Editoriale Scienza, 2017

C. Bianchi, A. Bugini, C. Gallus, T. Porcella con le illustrazioni di I. Fulghesu, “Scienza Rap” - Editoriale Scienza, 2017

Non è solo un titolo accattivante quello del libro “Scienza rap” (Editoriale Scienza), ma una vera e propria dichiarazione d’intenti che viene puntualmente rispettata. Perché in questo libro si trovano sì 40 esperimenti scientifici facili da fare a casa, per strada, a scuola, nel parco e in viaggio, ma le loro introduzioni sono dei veri e propri testi rap per i quali, chicca finale del libro, sono proposte anche le basi musicali da scaricare con il tablet o il telefonino. Di nuovo Editoriale Scienza ha trovato il modo di presentare la scienza ai ragazzini in maniera accattivante e divertente, utilizzando materiali facilmente reperibili in casa. “Perché il pane cade per terra sempre dalla parte imburrata?” “Si possono fare le bolle di sapone senza sapone?” “Come si fa a sapere se domani pioverà?” “L’acqua può andare dal basso verso l’alto?” “Si possono vedere le stelle di giorno?” Queste sono solo alcune delle domande cui gli esperimenti del libro offrono una risposta, suggerendo cosa si può fare per dimostrarla empiricamente e poi fornendo le precise spiegazioni scientifiche e alcuni termini per arricchire il vocabolario.

In questo modo anche teorie complesse e apparentemente incomprensibili si dimostrano essere alla portata di tutti: basta osservare ciò che si vive nella quotidianità. In questo viaggio nella scienza i lettori sono accompagnati da due ragazzini, tipici rapper con occhiali scuri e berretto in testa, un sorriso smagliante e in mano non un microfono, ma una provetta. Li segue l’intera famiglia, cane e gatto compresi.

Un libro che non può non appassionare i bambini dai 7-8 anni che vogliono cimentarsi a fare gli scienziati. Se poi la mamma, il papà o l’insegnante leggono le introduzioni a ritmo di rap, magari anche ancheggiando, il divertimento (oltre che l’apprendimento) è assicurato.

Tra scienza e rap
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento