anno 93 - n° 05 - Chi aiuta la vita
stampa

Letto per voi

E se nel mondo non ci fossero più i libri?

Una lettura divertente e scorrevole in un linguaggio attuale come i temi che affronta tra le righe: l’importanza delle storie e della fantasia, il dualismo tra libri e nuove tecnologie, l’assenza degli adulti di riferimento dalla vita dei bambini.

Parole chiave: Libri (1844), ragazzi (605), letteratura (569), lettura (290)

Baccalario Pierdomenico, Jauregui Eduardo

Il libro perduto (La più incredibile storia mai scritta)

Giunti, 2017

213 p. - € 12,90

Baccalario Pierdomenico e Jauregui Eduardo, "Il libro perduto. La più incredibile storia mai scritta" - Giunti, 2017

Baccalario Pierdomenico e Jauregui Eduardo, "Il libro perduto. La più incredibile storia mai scritta" - Giunti, 2017

Età di lettura: da 8 anni

Un libro nuovissimo dalle cui pagine è sparita la storia, come dalla copertina è sparito il titolo. Due fratelli, Alba e Diego, grandi lettori, e Bea, la loro zia libraia che assomiglia un po’ a una strega. Tutti i libri classici per ragazzi modificati, con le vicende mescolate e senza più significato e un personaggio misterioso che, con l’aiuto dei suoi seguaci, cerca di cancellare dal mondo i libri e le loro storie per far posto alla tecnologia.

Sono questi gli elementi principali dell’avventura raccontata da Pierdomenico Baccalario e Eduardo Jáuregui in “Il libro perduto”, primo volume di una nuova serie dal titolo “La più incredibile storia mai scritta” (Giunti).

Un libro veloce che racconta una vicenda tanto strana e ingarbugliata, quanto coinvolgente e appassionante. Tanti e assolutamente imprevedibili i colpi di scena che si susseguono. Pagina dopo pagina, la narrazione conduce verso un punto che sembra di non ritorno. Per fortuna Alba e Diego ne escono sani e salvi. Ma non è facile prevedere come, in questo libro in cui Capitan Uncino sta per colpire Peter Pan con una spada laser e un inchiostro magico si mette a parlare con i personaggi delle storie da lui scritte.

Una lettura divertente e scorrevole in un linguaggio attuale come i temi che affronta. Tra le righe, oltre alle molte citazioni dai classici per ragazzi, si legge, infatti, dell’importanza delle storie e della fantasia, del dualismo tra libri e nuove tecnologie, dell’assenza degli adulti di riferimento (genitori in primo luogo) dalla vita dei bambini.

Come ha scritto l’autore Eduardo Jáuregui, “è una storia ispirata dall’amore per le librerie, quelle con una magia impalpabile che ti coglie appena attraversi la soglia e ti trasporta in altri mondi”. Dentro ai libri, in altri mondi, Alba e Diego ci finiscono veramente e con l’aiuto della zia Bea, del critico letterario Leo Gutemberg e di Nero, il genio dell’inchiosto, vivono grandi avventure per tentare di salvare, prima che sia troppo tardi, le più belle storie mai scritte.

E se nel mondo non ci fossero più i libri?
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento