anno 93 - n° 05 - Chi aiuta la vita
stampa

Il progetto ecumenico porta al sicuro in Italia un altro gruppo di famiglie dai campi profughi del Libano

Profughi siriani, nuovo corridoio

Martedì 30 gennaio mattina all’aeroporto di Fiumicino un gruppo di 30 profughi siriani è arrivato in Italia via Beirut, con il progetto ecumenico dei Corridoi umanitari. Una famiglia è ora ospitata a Trento, seguita dal Centro Astalli.

Parole chiave: corridoio umanitario (14), accoglienza (346), migrazioni (1013), Siria (145), profughi (200)

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito