anno 93 - n° 26 - Dono da spezzare
stampa

Sabato e domenica la sessantottesima edizione della Trento-Bondone, la più antica gara automobilistica in salita del Vecchio Continente

Trento-Bondone senza il campionissimo Faggioli. Merli insegue il primo successo sul traguardo di Vason

Quest'anno la più antica gara automobilistica in salita del Vecchio Continente, giunta alla sua sessantottesima edizione, ha validità CIVM, TIVM, IHCC e HHCC. Duecentocinquanta piloti, 800 volontari (inclusi i commissari di percorso, i vigili del fuoco, le forze dell'ordine

Parole chiave: 68ª Trento-Bondone (1), Sport (3039), automobilismo (23)

Oltre duecentocinquanta piloti, 800 volontari (inclusi i commissari di percorso, i vigili del fuoco, le forze dell'ordine ed il personale medico-infermieristico) e circa 15 mila spettatori, 3 mila dei quali paganti: sono i numeri della sessantottesima edizione della Trento-Bondone, la più antica gara automobilistica in salita del Vecchio Continente, in programma domenica 1° luglio.

Christian Merli sui tornanti della Trento Bondone - 2017

Christian Merli sui tornanti della Trento Bondone - 2017

“Malgrado le difficoltà, ci siamo sempre. Ed ogni anno, noi della Scuderia Trentina, guardiamo un po' più in là. Questa volta, per far funzionare sempre meglio l'intero ingranaggio, abbiamo inserito tre nuove figure nello staff, creando dei gruppi di lavoro specializzati”, ha sottolineato la settimana scorsa il presidente del Comitato Organizzatore, Fiorenzo Dalmeri, durante la presentazione ufficiale, a Palazzo Geremia, della più importante competizione motoristica regionale. “Continueremo tuttavia a non concentrare entusiasmo, dinamismo, sforzi economici ed attività di promozione solo sulla celebre cronoscalata di 17,3 chilometri e 1.350 metri di dislivello, la più tecnica e lunga a livello europeo. Allestiremo anche, dal 6 all'8 del mese prossimo, la trentatreesima Stella Alpina di regolarità classica e, il 5 agosto, il sesto Slalom Sette Tornanti, che vorremmo fosse presto inserito nel calendario nazionale di specialità”.

La Trento-Bondone 2018 - valida per il Campionato Italiano Velocità Montagna, il TIVM Nord, la FIA International Hill Climb Cup ed il FIA Historic Hill Climb Championship – si aprirà venerdì 29 giugno, alle 13, con le verifiche sportive e tecniche in piazza Dante, mentre sabato 30, alle 9, prenderanno il via le prove cronometrate da Montevideo a Vason. Alle quali sarà possibile assistere con un biglietto unico di 20 euro, acquistabile pure online sul sito www.eventbrite.it e comprendente la corsa di domenica.

La notizia più importante riguarda, tuttavia, il lotto dei concorrenti che possono ambire al podio nella classifica assoluta, dato che fra loro non c'è il dominatore delle ultime otto edizioni, Simone Faggioli, il quale, pur essendosi regolarmente iscritto, ha annunciato ieri il proprio forfait. Il campionissimo toscano è ancora in Colorado, dove nel fine settimana passato ha preso parte alla prestigiosa "Pikes Pike", raccogliendo un bellissimo secondo posto assoluto alle spalle di Romain Dumas, che ha guidato una vettura Volkswagen spinta da propulsore elettrico. In gara con una Norma preparata appositamente per quella gara, Faggioli è dunque risultato il migliore nel novero delle auto con motore termico, un'impresa che ha richiesto notevoli sforzi organizzativi e che si concluderà solo domani, quando la squadra farà ritorno dagli Stati Uniti. Troppo tardi per poter organizzare la trasferta trentina. Il pilota sarà comunque a Trento nel weekend, ma solo da spettatore.

Se da un lato questo forfait toglie dalla lista uno dei protagonisti annunciati e rimanda di un anno una nuova sfida con Christian Merli, che quest'anno si preannunciava ancora più avvincente del solito alla luce dello strepitoso avvio di stagione del pilota di Fiavé, dall'altra apre nuovi spazi e ispira legittimi sogni di gloria a molti altri driver in odore di podio, come Diego Degasperi (Osella Fa30), Michele Fattorini (Osella Fa30), Federico Liber (Gloria C8P Evo), Achille Lombardi (Osella Pa21 Jrb) e Ivan Pezzolla (Osella Pa21 Bmw), solo per fare alcuni nomi. Non saranno della gara, come lo scorso anno, l'attuale leader del Civm Omar Magliona e Domenico Cubeda, terzo in graduatoria. Completano il gruppo delle vetture della categoria E2SS Giancarlo Pedetti (Lola F3000), Gino Pedrotti (Formula Renault), Fabio Frusconi (Dallara F301), Giancarlo Graziosi (Tatuus Formula Master), Renzo Pelz (Tatuus Formula Master), Mirko Venturato (Gloria C8 Light) e Nicholas Guaita (Predator's PC010). Otto sono invece i bolidi inseriti nel gruppo E2SC, quello di Lombardi e Pezzolla, nel quale appaiono i trentini Luca Mazzalai (Osella Pa21), Thomas Pedrini (Radical Prosport) e Sante Ostuni (Osella Pa21 Jrb), nove nella E2SH, fra le quali spicca l'Alfa Romeo Mgar001 di Marco Gramenzi.

Serratissima sarà la lotta nel gruppo GT, dove Marco Cristoforetti (Porsche 997 Gt3), Giuseppe Ghezzi (Porsche 997 Gt3), Luca Gaetani (Ferrari 458 Gt3), Marco Iacoangeli (Bmw Z4-Gt) e Lucio Peruggini (Ferrari Gt3 458) se le daranno, amichevolmente, di santa ragione. Dieci sono le vetture del gruppo CN, 23 nel gruppo E1 Italia. Nel gruppo A spiccano, fra i venti iscritti, Tiziano Nones (Ford Focus Wrc), Giorgio De Tisi (Ford Fiesta Wrc), Rudi Bicciato (Mitsubishi Lancer Evo), Fabrizio Ferrari (Ford Fiesta R5), Stefano Nadalini (Mistubishi Lancer Evo 8). Nel gruppo N protagonisti annunciati sono Antonino Migliuolo (Mistubishi Lancer Evo) e Gabriella Pedroni (Mistubishi Lancer Evo 9).

Il programma si aprirà domani con le verifiche tecniche e sportive, che si svolgeranno al solito in Piazza Dante dalle ore 12.30 alle 19.00, poi sabato i motori cominceranno a rombare lungo il tracciato per le prove del sabato. Il biglietto unico di ingresso al tracciato valido per le due giornate, sabato e domenica, costa 20 euro, come lo scorso anno. “Un sogno per vincere” è anche quello, ben più importante, dell'associazione pinetana che permette a tanti ragazzi affetti da fibrosi cistica di realizzare la propria impresa sportiva e di vivere emozioni uniche, sorridendo comunque alla vita: su due Mini JCW, il 1° luglio, prenderanno posto Alex e Stefano.

Trento-Bondone senza il campionissimo Faggioli. Merli insegue il primo successo sul traguardo di Vason
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento