anno 93 - n° 31 - Sui monti senza fretta
stampa

 Dopo una stagione complicata, si riparte con una rosa in buona parte rinnovata. “Consci delle difficoltà che incontreremo, venderemo cara la pelle, a cominciare dalle prime partite di Coppa Italia”.

Calcio, serie D. Il Trento scalda i motori: “Venderemo cara la pelle”

È un Trento dai toni vivaci, come le nuove maglie, quello che si presenterà al nastro di partenza del prossimo campionato di Serie D. 

Percorsi: calcio - sport
Parole chiave: A.C. Trento S.C.S.D. (2), Sport (2933), calcio (396)

È un Trento dai toni vivaci, come le nuove maglie, quello che si presenterà al nastro di partenza del prossimo campionato di Serie D

Il neoacquisto gialloblù Fabio Bertoldi nell'amichevole Trento-Venezia, persa di misura (0-1) dagli aquilotti - 7/2018

Il neoacquisto gialloblù Fabio Bertoldi nell'amichevole Trento-Venezia, persa di misura (0-1) dagli aquilotti - 7/2018

Se il buongiorno si vede dal mattino – oltre che dalle maglie, presentate ufficialmente insieme alla prima squadra, lo scorso 30 luglio a Palazzo Geremia – è un Trento dai colori e dai toni vivaci quello che, domenica 2 settembre, si presenterà al nastro di partenza del campionato di Serie D. “Siamo reduci tuttavia da una stagione complicata e sofferta, chiusa con una salvezza dalla quale ripartiamo con una rosa in buona parte rinnovata”, ha ammesso il direttore generale aquilotto Fabrizio Brunialti. “Consci delle difficoltà che incontreremo, venderemo cara la pelle, a cominciare dalle prime partite di Coppa Italia”.

Il mantenimento della categoria, così come a maggior ragione il salto in serie C, è basilare soprattutto per il settore giovanile. “Per noi il vivaio è fondamentale. Da quando, nel 2014, ho assunto la guida del Trento, è stato il mio pensiero principale. Adesso stiamo tornando a essere la società provinciale di riferimento e speriamo, dopo la Juniores, di creare e iscrivere al più presto un'altra formazione nazionale”, ha sottolineato il presidente Mauro Giacca. “Dipenderà naturalmente dai risultati della prima squadra, che quest'anno è un gruppo unito e molto affiatato”.

Trento - La presentazione della squadra a palazzo Geremia - 30/7/2018

Trento - La presentazione della squadra a palazzo Geremia - 30/7/2018

Sul settore giovanile si è espresso pure l'allenatore romano Claudio Rastelli, confermato come il 90 per cento dello staff tecnico: “Dobbiamo dare il massimo, rappresentando Trento e il Trentino nella giusta maniera. Anche per questo abbiamo attinto dal vivaio (dal quale provengono Matteo Trevisan e i non ancora diciottenni Matteo Conci ed Elvir Islami, ndr), nel quale confidiamo molto. Questa è una città che merita palcoscenici migliori”.

I presupposti per la riuscita del progetto - alla luce pure delle prestazioni di capitan Alessandro Furlan e compagni nelle recenti amichevoli con Venezia e Foggia, due ambiziose compagini cadette - esistono.

“Siamo una società che vuole entrare nel calcio che conta, ma dobbiamo continuare a far parlare il campo”, ha dichiarato l'esperto direttore sportivo bresciano Erminio Gizzarelli. “A me le chiacchiere non piacciono. Voglio vedere le maglie, portate da tanti calciatori classe 2000 e 1999, più bagnate e sudate possibili”. Maglie che, sulla manica sinistra, hanno il logo “27 Giugno Onlus”, un'associazione - anch'essa molto giovane - che opera sul territorio locale per aiutare famiglie e persone in difficoltà economica.

Calcio, serie D. Il Trento scalda i motori: “Venderemo cara la pelle”
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento