anno 94 - n° 09 - Le donne che fecero l'impresa
stampa

Dialogo aperto

Ci siamo sentiti “mamme” delle ragazze nigeriane

A Lavarone erano sistemate proprio bene in quella villetta in alto, fuori dal paese. Organizzate, ben protette da tre responsabili piene di entusiasmo, come sicuramente lo erano le volontarie che accompagnavano il gruppo.

Ora si vuole far ricominciare loro questo viaggio, che le ha portate qui fin qui dalla lontana Nigeria. La legge le obbliga a lasciare un posto accogliente. Si erano ben inserite nel contesto dell'altipiano. Ritroveranno a Trento dei visi ospitali come le “mamme” che le hanno accompagnate in questi ultimi due anni e mezzo? Troveranno l'affetto che naturalmente si instaura in un luogo piccolo e raccolto? Potrebbero essere le nostre figlie: le lasciamo sole?

Parole chiave: nigeriane (1), Territorio (20198), Lavarone (71), dialogo aperto (90)

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito