anno 94 - n° 14 - Una firma, un dono
stampa

Il mondo chiama - Scrive il cappuccino padre Gabriele Ferrari

Burundi, paese in cammino

Viaggiando sulle strade del Burundi vedi molta gente in cammino; non sono ben vestiti, non tutti possono prendere i mezzi pubblici, perché “non ci sono più soldi”, dice la gente. C’è calma, ma è una calma che non è del tutto reale. Si direbbe che il Burundi viva una stagione di strana ma anche pericolosa sospensione, come se il tempo si fosse fermato in attesa dell’ennesima tornata elettorale che avrà luogo nel 2020.

Parole chiave: Burundi (23)

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito