anno 94 - n° 23 - Un'impresa di classe
stampa

Letto per voi

In sella a Mago, una storia di amicizia e riscatto

Una storia di grande rispetto per gli animali e per i ragazzi. Ispirato da una storia vera.

Parole chiave: Libri (1844), ragazzi (605), letteratura (569), lettura (290)

Guido Sgardoli

“Mago, un destino da campione”

Lapis, 2019

284 p. – € 13,50

Età di lettura: da 10

Guido Sgardoli, “Mago, un destino da campione” - Lapis, 2019

Guido Sgardoli, “Mago, un destino da campione” - Lapis, 2019

Non è il solito romanzo con al centro l’amicizia tra ragazzini e cavalli. Ispirato da una storia vera, “Mago. Un destino da campione” (Lapis) è di più. È un racconto onesto e ricco di emozioni agganciato alla realtà attraverso la storia del cavallo Mago d’Amore, che dopo un incidente aveva il destino segnato e la carriera conclusa. In realtà venne poi curato e rimesso in pista. Ha ricominciato a correre e a vincere e con i premi i suoi proprietari hanno aiutato un orfanotrofio in India. Guido Sgardoli non racconta fedelmente questa storia, ma da essa prende spunto per scrivere di un altro cavallo dato per finito e dell’amore di una ragazzina che l’ha riscattato. Nel raccontarcela, Sgardoli dona grande risalto alla storia di profonda amicizia sia tra Viola e Mago, il cavallo, sia tra Viola e Paolino, un suo compagno di scuola. Paolino è nella vita di Viola da sempre, Mago ci arriva per caso e, seppur tra mille difficoltà, ci resta.

Si tratta di una storia di grande rispetto per gli animali e per i ragazzi. L’esperienza dell’autore, che è anche veterinario, si sente nel riguardo che ha per l’animale, mettendolo nel romanzo senza umanizzarlo, cosa che, invece, succede spessissimo nelle storie per ragazzi.

I due protagonisti, la ragazza e il cavallo, sono sullo stesso livello. Viola ha un vuoto nella sua vita, è senza mamma, e come per magia Mago glielo riempie, sia per ciò che la costringe a fare, sia per i pensieri a cui la spinge, sia per l’affetto che la porta a provare. Allo stesso modo, anche il cavallo è solo, senza riferimenti e con il vuoto intorno. È per questo che diventano amici. Entrambi sembrano avere un destino segnato, ma alla fine il riscatto è per tutti.

Con una prosa veloce e scorrevole, piacevole e avvincente, Guido Sgardoli, ancora una volta, mette a segno un punto nella narrativa per i ragazzi. Anche la scelta della copertina è particolarmente azzeccata. Un libro che si fa prendere in mano e difficilmente si riesce a lasciare prima dell’ultima parola.

In sella a Mago, una storia di amicizia e riscatto
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento