anno 94 - n° 33 - Elettrica?
stampa

Oltre i confini

Nomine europee, il ritardo italiano

Questa nostra “pazza” crisi politica estiva, qualsiasi ne sia l’esito, capita nel periodo peggiore per noi. Non tanto perché essa avviene a ridosso dei tradizionali e decisivi passaggi verso la nuova legge di bilancio nazionale, ma soprattutto perché essa va a coincidere con un periodo chiave per la prossima legislatura dell’Unione Europea: la transizione verso la composizione delle nuove istituzioni europee all’indomani dell’elezione del Parlamento di Strasburgo, a cominciare dalla Commissione europea per finire al rinnovo delle nomine della Banca Centrale europea.

Parole chiave: Territorio (19619), politica (1744), europa (592)

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito