anno 95 - n° 06 - Amici oltre il virus
stampa

Un appello a raccogliere il dannoso insetto e a consegnarlo alla Fondazione

Caccia alla cimice, la Fem chiama alle armi i cittadini

Appello della Fondazione Mach: attraverso i media, invita i cittadini a raccogliere le cimici asiatiche, che in questo periodo cercano riparo nelle abitazioni, per consegnarle nelle sue sedi dislocate sul territorio provinciale.

Parole chiave: territorio (20564), agricoltura (2197), cimice asiatica (3)

La campagna di raccolta è un bell'esempio di “citizen science”

Esemplari di cimice asiatica nei laboratori della Fondazione Edmund Mach. Foto Ufficio stampa FEM

Esemplari di cimice asiatica nei laboratori della Fondazione Edmund Mach. Foto Ufficio stampa FEM

Risponde a pieno titolo ai dettami della “citizen science” - l'attività di ricerca scientifica che per progredire si avvale della collaborazione dei comuni cittadini - l'appello della Fondazione Mach: attraverso i media, invita i cittadini a raccogliere le cimici asiatiche, che in questo periodo cercano riparo nelle abitazioni, per consegnarle nelle sue sedi dislocate sul territorio provinciale.

La campagna di raccolta è mirata a riprodurre negli allevamenti presso i laboratori del campus di San Michele il nemico naturale della cimice asiatica, la cosiddetta “vespa samurai”, che ne attacca le uova contribuendo al controllo biologico di un insetto che causa notevoli danni all’agricoltura trentina.

Per riprodurre in laboratorio le vespe samurai servono infatti grandi quantità di uova di cimice asiatica. La collaborazione degli agricoltori e di tutta la cittadinanza è perciò molto importante.

Tecnici e ricercatori raccomandano di raccogliere le cimici vive in un contenitore pulito e asciutto (ad esempio barattoli di conserve recuperati), tappare il contenitore con un coperchio e se possibile praticare piccoli fori per l'aria, e consegnarle prima possibile e comunque entro un paio di giorni dalla cattura. Dove? Le cimici possono essere consegnate, in orario di lavoro, direttamente presso le sedi di San Michele, Pergine, Rovereto, Sarche, Denno, Tuenno, Taio, Revò. Nel caso in cui risulti impossibile la raccolta e la consegna diretta o quando il numero di cimici trovate è molto elevato è possibile prenotare la visita di un tecnico chiamando il numero 0461.615461 o compilando il modulo a questo link: http://bit.ly/raccoltacimice.

Per maggiori informazioni si può consultare il sito della Fondazione: www.fmach.it.

Caccia alla cimice, la Fem chiama alle armi i cittadini
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento