viticoltura

Ultimi contenuti per il percorso 'viticoltura'

La Manica Spa di Borgo Sacco ha organizzato una due giorni a tempo pieno per tecnici di settore, rivenditori e clienti per confermare l’importanza del rame come strumento di difesa fitosanitaria in viticoltura.

Gino Lunelli, classe 1939, presidente emerito del gruppo Ferarri che ha sede a Ravina, è un cittadino doc di Trento: “Nato in Piazza Italia e dimorante in piazza Duomo!”, rimarca. “E – aggiunge – grande amante del Bondone, anche se non si è mai creduto nelle possibilità di rilancio”, si rammarica.

Due progetti, seppure diversi, rientrano nell’ambito della bio sostenibilità in viticoltura: parliamo di Equalitas, la nuova società nata all’interno dell’Unione italiana vini, e del protocollo di produzione integrata volontaria che le cantine sociali del Trentino ed alcune aziende vitivinicole private applicano da oltre cinque anni.

Quando si parla di Groppello in Val di Non, lo si collega subito al paese di Revò. Ma da diversi anni due agricoltori appassionati, Andrea Franch e Valerio Rizzi, insieme a altri viticoltori amatoriali di Cloz (nel 1904 in paese fu fondata anche una cantina sociale, che rimase aperta fino agli anni venti), coltivano e producono questa varietà antica.

Sulla collina sopra Trento la singolare esperienza di imprenditoria agricola di Claudia Casagrande. “Noi donne possiamo dare un approccio più poliedrico all'agricoltura”.

C’è carenza di barbatelle non solo in Italia, ma anche in Francia, Spagna, Slovacchia e Ungheria.