Gmg

Ultimi contenuti per il percorso 'Gmg'

Le foto dei 600 giovani trentini in Polonia per la Giornata Mondiale della Gioventù

Roma, Colonia, Madrid e Cracovia. Sono da poco tornato dalla mia quarta Giornata Mondiale della Gioventù. Mi sento molto legato a questi pellegrinaggi della fede, perchè hannno fatto da colonna sonora alla mia vita. Perchè in queste occasioni ho sentito Gesù come un compagno di strada che mi si è fatto vicino aiutandomi a trovare risposte importanti per la mia esistenza.

È difficile dire, a pochi giorni dalla sua conclusione, quello che un’esperienza come la Giornata Mondiale della Gioventù ti lascia. Forse si tratta di un dono che “scarti” col tempo, che ti si svela a poco a poco.

Oltre un milione e mezzo di persone hanno ascoltato le parole di Francesco a Campus Misericordiae. L'intensità della veglia, la notte sotto il cielo di Cracovia e la Messa della domenica. “Noi adulti abbiamo bisogno di voi”, ha detto il Papa ai suoi giovani. “Insegnateci a convivere nella diversità, nel dialogo, a condividere la multiculturalità”.

Se chiedessimo ad un giovane la motivazione per la quale ha partecipato alla GMG sentiremo le risposte più disparate: c'è chi è venuto per la compagnia, chi per curiosità, chi perché invogliato dalle varie testimonianze e chi per approfondire la propria fede. Ma questo poco importa, ciò che conta è che ognuno di noi abbia respirato la gioia di essere cristiani assieme a giovani di tutto il mondo, creando un clima di allegria denso di speranza.

È bello vedere 2 milioni di persone che si riuniscono così per la fede, che credono in un futuro migliore, che ci provano. È emozionante girare per le strade e incontrare questi giovani che ti salutano con un “cinque” che viene dall’altra parte del mondo. La testimonianza dei giovani della valle dei Mòcheni alla GMG.

“Santa Marta è la donna che accoglie Gesù nella sua casa a Betania. Ed è l'invito che oggi voglio fare a tutti voi". È stato mons. Ivo Muser, venerdì 29 luglio, a celebrare la Messa per i giovani trentini. L'omelia del vescovo di Bolzano- Bressanone, si è incentrata sulle parole di tre Papa, Giovanni Paolo II, Benedetto e Francesco, “che riassumono il significato di questi giorni”.

Eccoli i nostri giovani! Li abbiamo visti a Cracovia, vivi e attenti, impegnati nell’ascolto e permeabili al messaggio del Vangelo. Lasciamo che le loro parole ci raccontino questa GMG.