cardinale

Ultimi contenuti per il percorso 'cardinale'

«Ho potuto ritoccare con mano che qui a Trento ho tanti di quegli amici, con in quali la mia vita si è incrociata nel tempo». Invitato per l'inaugurazione dell'anno accademico dello STAT, il cardinale Giuseppe Betori, classe 1947, arcivescovo di Firenze, lo premette a radio Trentino inBlu.

Venerdì 26 giugno, solennità del patrono, il pontificale in Duomo alle 9.30 sarà presieduto dal card. Charles Maung Bo, arcivescovo metropolita di Yangon.

“Quella cardinalizia è certamente una dignità, ma non è onorifica”. Sono state le prime parole del Papa, nell’omelia del Concistoro. “Lo dice già il nome - cardinale - che evoca il cardine”, ha spiegato Francesco, “dunque non qualcosa di accessorio, di decorativo, che faccia pensare a una onorificenza, ma un perno, un punto di appoggio e di movimento essenziale per la vita della comunità”. “Voi siete cardini - ha detto il Santo Padre rivolgendosi in particolare alle 20 nuove porpore - siete incardinati nella Chiesa di Roma, che “presiede alla comunione universale della carità”, come si legge nella Lumen Gentium.

Tra i nuovi cardinali, tre sono nomi noti in Trentino: Francesco Montenegro, arcivescovo di Agrigento; Francis Xavier Kriengsak Kovithavanij, arcivescovo di Bangkok (Thailandia); e infine Edoardo Menichelli, arcivescovo di Ancona-Osimo e già presidente di Caritas Italiana.