tisi lauro

Ultimi contenuti per il percorso 'tisi lauro'

Il nuovo arcivescovo di Trento Lauro Tisi assieme ad altri 25 presuli di 5 continenti, 6 italiani, ha ricevuto in San Pietro da Papa Francesco la benedizione del pallio, una piccola stola bianca di lana d'agnello, simbolo del ministero di maggiore responsabilità affidato agli arcivescovi metropoliti

Domenica, l'arcivescovo ha celebrato nella “sua” Giustino la Prima Messa. “Quando dico il nome del mio paese mi commuovo, perché qui ci sono le mie radici. E qui voglio essere sepolto...”

“Non avrei mai immaginato che sarei diventato padrino di un vescovo”, racconta al termine della celebrazione Tarcisio Masè, 74 anni, di Giustino secondo cugino di don Lauro e suo padrino di cresima, affettuosamente ricordato da don Lauro nella lista dei ringraziamenti. “Mi ha fatto commuovere, sono orgoglioso”.

Arrivano in piccoli gruppi, mentre si “scaldano” bonghi e chitarre. Si mettono in cerchio, intonando “Emmanuel”, l’inno della GMG di Roma. Era il 2000 e tanti di loro non erano ancora nati. Il giardino vescovile indossa il vestito della festa: il candore della magnolia fiorita fa da sfondo ai colori sgargianti dei giovani che, a centinaia, hanno scelto di esserci per accogliere il nuovo vescovo e accompagnarlo in Duomo, nel giorno dell’ordinazione.

Dopo l'abbraccio dei giovani, la stretta di mano delle autorità: è lo stesso don Lauro, che di lì a poco sarà consacrato vescovo, a rimarcare la significatività del passaggio. Dal massimo dell'informalità – i giovani – al massimo della formalità – gli amministratori pubblici.