industria

Ultimi contenuti per il percorso 'industria'

All’acclamato nuovo presidente di Confindustria Trento Fausto Manzana, imprenditore di successo nel settore dell’informatica sanitaria si riconoscono doti di intelligenza, pragmatismo, capacità di guardare al futuro. Perdoniamogli, allora, lo scivolone linguistico in cui è incorso, a proposito dell’immigrazione straniera.

Prosegue il piano di rilancio di IGF, azienda che da oltre 35 anni opera nel settore della legatoria occupando nello stabilimento di Aldeno circa 80 addetti. Forte di una crescita del volume d’affari, che nel 2016 ha fatto registrare un più 11% sull’esercizio precedente ed un incremento del 23% rispetto al 2014, l’azienda ha concordato con Provincia di Trento e Trentino Sviluppo, che in IGF detiene dal 2009 una quota di capitale del valore di 3 milioni di euro, un piano di investimenti con l’obiettivo di accelerare ed irrobustire ulteriormente il trend positivo.

La Manica Spa di Borgo Sacco ha organizzato una due giorni a tempo pieno per tecnici di settore, rivenditori e clienti per confermare l’importanza del rame come strumento di difesa fitosanitaria in viticoltura.

Gino Lunelli, classe 1939, presidente emerito del gruppo Ferarri che ha sede a Ravina, è un cittadino doc di Trento: “Nato in Piazza Italia e dimorante in piazza Duomo!”, rimarca. “E – aggiunge – grande amante del Bondone, anche se non si è mai creduto nelle possibilità di rilancio”, si rammarica.

Chi l'avrebbe mai detto che il sito ex Whirlpool sarebbe risorto in una vetreria, costruita di tutta fretta da un gruppo che di vetrerie ne ha già altre tre in Italia? Bizzarrie del mercato.

Sul fallimento di Tassullo Materiali ci sono due opposte visioni. La prima si identifica nel severo giudizio del Tribunale, che ha considerato irreversibile la crisi dell’azienda. L’altra avrebbe invece confidato in suo rilancio, trainato dallo sfruttamento delle gallerie sotterranee.

La Tassullo Materiali, storica azienda della valle di Non, sconta le difficoltà di una crisi del settore dell'edilizia che sembra non avere fine. Il 14 luglio il Tribunale di Trento deciderà in merito all'istanza di fallimento. Ma i dipendenti sperano ancora e tra i soci c'è chi invita alla coesione.