giovani

Ultimi contenuti per il percorso 'giovani'

Andrea Bellini sta studiando sodo per la maturità. Il poco tempo libero che gli rimane dai libri di estimo e disegno tecnico lo mette a disposizione della comunità nel progetto “Giovani moriani in gioco”, per raccogliere fondi da destinare all'esperienza della Giornata mondiale della gioventù, in programma dal 25 al 31 luglio a Cracovia.

Fra le testimonianze riportate al Pellegrinaggio diocesano dei giovani, anche quella pronunciata dalla moglie Lorena in chiesa a Telve Valsugana durante il funerale del giovane marito David, morto in gennaio in un incidente nei boschi. Eccola.

Sei incontri, cinque enti, 106 studenti internazionali: sono questi i numeri dell'iniziativa “Studenti internazionali ambasciatori delle Dolomiti nel mondo”. Il progetto si propone di veicolare nel mondo l'immagine delle Dolomiti, rafforzando i legami tra territorio e studenti stranieri che vi risiedono per periodi medio lunghi.

L'associazione Fassalux ha aperto le iscrizioni per il campo estivo dedicato agli adolescenti dai 13 ai 16 anni. Nel programma anche una settimana a piedi da Assisi a Loreto

Ragazze e ragazzi delle Giudicarie si incontrano sabato 14 maggio in oratorio per “#Metticicuore”, in occasione dell'Anno Santo straordinario della Misericordia. Un pomeriggio di gioco e riflessione che si concluderà in serata con lo spettacolo “Gio&Na. Storie di uomini e di balene”, a cura dei Barabba’s Clown.

“Questo viaggio ci ha fatti crescere molto. Il concerto allo stadio Olimpico è stato superbo. Papa Francesco ha fatto una predica divertente che ho seguito fino alla fine. Ci ha spiegato che la libertà è dire dei sì, ma anche dei no, è libertà di scegliere. Questo ci ha fatti emozionare. Il Papa: lui sembra un ragazzo come noi”. Da queste brevi battute di Michele e Beatrice, due giovani di Levico cresimati due mesi fa, si può intuire quello che ha animato i 620 giovani trentini tra i 14 e i 16 anni che hanno partecipato sabato 23 e domenica 24 aprile al Giubileo dei ragazzi a Roma.

Ben 200 giovani, da Trento e dalle valli, hanno raccolto la “sfida” lanciata dalla Caritas diocesana di Trento ad essere protagonisti di un progetto di carattere sociale a favore della comunità.