social network

Ultimi contenuti per il percorso 'social network'

Domenica 28 maggio si celebra la 51a Giornata mondiale delle comunicazioni sociali che ha per tema “'Non temere, perché io sono con te' (Is 43,5). Comunicare speranza e fiducia nel nostro tempo”. Abbiamo chiesto ad alcuni qualificati interpreti del mondo dell'informazione trentina di calare l'esortazione di Papa Francesco nel contesto locale, rispondendo a cinque domande.

Esserci e farsi "pescare" nel mare magnum della rete, garantendo qualità senza svilire il ruolo che spetta al giornalismo e senza rinnegare la propria natura. È la sfida che il mondo dell'informazione cattolica è chiamato ad affrontare confrontandosi con il "continente digitale" dei social network.

Fin dal 15 giugno avevano previsto come sarebbe andato a finire il referendum britannico: sono i professori, i ricercatori, i programmatori di software, gli analisti del progetto “Sensei”. Cercando di cogliere il “sentimento” della Rete, si dimostra più affidabile dei tradizionali sondaggi.

La parola “Sensei”, in giapponese, significa letteralmente “qualcuno che è nato prima di un altro”. È usata soprattutto tra chi frequenta il mondo delle arti marziali per rivolgersi a un maestro, a un insegnante.

Don Vincenzo Lupoli, parroco trentunenne dell'Unità pastorale Sacra Famiglia nel decanato di Condino e incaricato per la pastorale vocazionale diocesana, ha annunciato la temporanea chiusura del proprio account. Lo abbiamo raggiunto durante il suo “digiuno digitale”, che durerà fino al termine della Quaresima.

Christina Craver, 27 anni, è nata a Silver Spring (MD, USA). Dopo aver vissuto in Arabia Saudita, Los Angeles, Hong Kong, Firenze e Bruxelles, si è trasferita a Trento.