ragazzi

Ultimi contenuti per il percorso 'ragazzi'

L'editoria per non-adulti non conosce crisi. Si parte dai bambini per difendere il valore della lettura e della pagina scritta

La nuova storia che Benjamin Chaud ci racconta è una storia esilarante dal finale romantico e che ha qualcosa da dire tanto ai piccoli quanto ai grandi: tutti, una volta o l'altra si sono sentiti fuori posto.

Scritto in prima persona, questo romanzo dalla struttura lineare, nonostante il flashback sulla prima crisi della famiglia, permette facilmente al lettore di capire ciò che sta alla base del panico del ragazzino e di quanto sia importante per lui avere delle conferme.

La formula del graphic novel, grazie allo stretto dialogo tra immagini e parole, permette di comunicare a più livelli dei contenuti anche molto intensi. Interessante la tecnica grafica utilizzata in questo caso: l'impatto di immagini molto forti è mitigato da un tratteggio particolare che lascia intuire, più che mostrare il contenuto. Allo stesso tempo, altre immagini un po' più definite sfruttano il potere del linguaggio visivo per veicolare contenuti positivi.

Un albo speciale grazie al colore arancione fosforescente che accompagna, pagina dopo pagina, le scoperte del bambino, ravviva la sua noia, illumina il suo mondo buio di pioggia.

Una storia divertente e un po' bislacca, deliziosa e profondamente rispettosa del “mondo bambino” reale e immaginario. Una storia che parla di amicizia, della forza della fantasia, dell'accettazione delle differenze.

Non è una storia. Non è un libro di scienze. Non è un libro-gioco. “Tutte le pance del mondo” (Donzelli) è tutto questo messo insieme. Un libro diverso sugli animali.

Un modo vivace e stimolante per dare informazioni con molti particolari facilmente memorizzabili grazie all'aiuto delle illustrazioni e della narrazione.