sport

Ultimi contenuti per il percorso 'sport'

Il primato in classifica, i nove successi consecutivi e la continua rotazione degli effettivi in campo, senza che tutto ciò vada a penalizzare il risultato finale, non sono gli unici aspetti positivi dell’ottimo avvio di campionato della Diatec Trentino.

Malga Millegrobbe è il nuovo Centro Nazionale Federale dello sleddog, con piste sia su terra che su neve. Gestito dall'Associazione Musher Trentini e Sudtirolesi, sarà aperto a tutti e, dal 2017, ospiterà numerosi eventi sportivi internazionali, come nessun'altra località prima. Go, gee, haw, whoa, ahed: non sono esclamazioni da fumetti, ma alcuni comandi fondamentali dello sleddog, la

Dal 4 al 25 novembre prossimi, il Teatro Valle dei Laghi di Vezzano ospiterà l'undicesima edizione della rassegna di incontri, film e approfondimenti. Grande attesa per Sílvia Vidal, Mario Vielmo, Cesare Maestri e le due serate dedicate al Soccorso Alpino e alle Guide. Venerdì 4, 11, 18 e 25 saranno protagonisti anche i produttori della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino.

La storia di Andrea Facchinelli, paralizzato in seguito a un incidente, che ha trovato nello sport una nuova motivazione. E oggi si fa testimone e offre le sue competenze nel volontariato con l'associazione Astrid Onlus.

L'Associazione Cultura e Sport (ACS) di Canale di Pergine ha festeggiato i 40 anni di attività. Istituita ufficialmente l'8 maggio 1976 quale emanazione del Comitato Carnevale, sotto la spinta di Fabio Pergher che ancor oggi presiede con immutato entusiasmo l'Associazione, ha operato in tutto questo tempo con lo scopo fondamentale di favorire il mantenimento delle tradizioni della frazione perginese e nello stesso tempo valorizzare i numerosi “immigrati” che negli ultimi decenni sono arrivati a Canale, riempiendo i molti edifici nuovi che vi sono stati costruiti, tanto da portare Canale a diventare la seconda frazione di Pergine per numero di abitanti (quasi 800). Oggi l'ACS è strutturata in sei sezioni (Anziani, Cultura, Filodrammatica, Giocherete, Scuola calcio, Sport), ciascuna guidata da un responsabile che fa capo al direttivo presieduto sempre da Fabio Pergher.

Parlare di valori nello sport oggi sembra quasi un controsenso, specialmente ad alto livello. Tra doping, contratti milionari e comportamenti poco edificanti c'è il rischio di oscurare tutto il resto. Nell'incontro promosso dal decanato fassano per “Ispirazioni d'estate” mercoledì 20 luglio a Moena si è parlato con incisività e competenza di questi argomenti.

Scegliere tra sport e studio è un bivio davanti al quale si è trovato anche Daniele Proch, vent'anni a novembre, le ultime due stagioni disputate in serie D tra le file del Dro, in prestito dal Südtirol. Tra meno di un mese saluterà il Trentino con un biglietto per l'America. “Andrò in North Carolina a fare il college. Grazie al calcio ho ottenuto una borsa di studio e così potrò portare avanti entrambe le mie passioni: giocare e studiare”.