sci nordico

Ultimi contenuti per il percorso 'sci nordico'

Uno spettacolo multimediale rilegge il “Secolo breve” attraverso due manifestazioni patrimonio dello sport mondiale: la 3Tre di Madonna di Campiglio e la Marcialonga di Fiemme e Fassa. “È un'iniziativa che valorizza la nostra storia e la storia dello sci, superando i confini dei campanili per uno sguardo di respiro che racconta gli avvenimenti più significativi di un secolo complesso, segnato da due guerre mondiali

La storica granfondo delle valli di Fiemme e Fassa si arricchisce di novità, tra le quali la Marcialonga Baby che coprirà l’unica fascia d’età finora mancante. Non sarà sommersa dalla neve, ma dalle novità la 43ª Marcialonga di Fiemme e Fassa, in programma domenica 31 gennaio.

La “classica” di Fiemme e Fassa, con le sue ricadute sociali e anche economiche, rappresenta un modello ora “moltiplicatosi” in tante altre manifestazioni invernali “popolari”.

Quasi 5.000 fondisti stranieri, provenienti da 35 Paesi. Dodici le televisioni collegate. Grazie alla Marcialonga Baby, saranno coperte tutte le fasce d'età. Lascia parlare i numeri la Marcialonga di Fiemme e Fassa 2016. “Tra la gara tradizionale e la 'Light' saranno 7936 i concorrenti, dei quali quasi 5.000 stranieri, in rappresentanza di 35 nazioni

La storia della granfondo di Fiemme e Fassa, nata nel 1971, è praticamente quella dello sci nordico in Trentino e in Italia. Tanta voglia di lei... Nel 1971, oltre al 45 giri dei Pooh che scalerà l'hit parade, è anche il desiderio appagato di quattro amici trentini – Giulio Giovannini, Roberto Moggio, Mario Cristofolini e Nele Zorzi – che riescono a esportare nelle valli di Fiemme e Fassa

Gennaio dedicato agli eventi sportivi in Fiemme e Fassa. Si inizia domenica prossima per la finale della decima edizione del Tour de Ski. Si tratta di un vero e proprio circuito all'interno della Coppa del Mondo dedicata allo sci di fondo. Per Fiemme è un traguardo importante visto che è l'unica località che dal 2007 ospita tutte le edizioni del “Tour”.

E' fiemmese e si chiama Matilde Goss una giovane di belle speranze dello sci di fondo azzurro.

57 chilometri, la chiamano Marcialonga corta, ma a me sembrano comunque tantissimi. Me lo ripeto alla partenza mentre saltello per riscaldare i due ghiaccioli che ho al posto dei piedi. Poi via, si aprono i cancelli, non c’è più tempo per farsi domande tipo “chi me l’ha fatto fare?”.