memoria

Ultimi contenuti per il percorso 'memoria'

Renzo Fracalossi con il Club Armonia presenta in questi giorni un lavoro teatrale sulle memorie femminili della persecuzioni nazista.

Un paese di confine che ha trasformato una “divisione naturale” - il confine tra la provincia di Trento e quella di Bolzano - in un ponte di conoscenza, amicizia e dialogo tra due comunità. Roverè della Luna, con le sue 1.600 anime, è anche il paese natale di due illustri personaggi del Risorgimento che hanno scritto pagine importanti non solo per il paese, ma anche per la storia nazionale ed europea.

Intervista con Francesco Filippi che nell’estate di tre anni fa, assieme ad un gruppo di tredici ragazzi provenienti da altre esperienze di carattere collaborativo, ha fondato l’associazione “Deina”.

Giovanni Michelotti è conosciuto da tutti come “il Gioanin Chiataro” ed è il nonno di Drena. Vi è nato il 19 aprile del 1912 e, poche settimane fa, ha tagliato il traguardo dei 104 anni. Per l'occasione ha ricevuto anche la visita del sindaco di Drena Tarcisio Michelotti e dell’assessora Sara Bombardelli.

Il progetto “Memory Sharing” ripropone le biografie delle persone che sono morte nei campi di concentramento. Il loro ricordo non viene tenuto vivo solo tramite le parole, ma soprattutto attraverso le (buone) azioni di chi partecipa.

Gli studenti della “Rosa Bianca” sono in questi giorni a Monaco per incontrare i loro “colleghi” tedeschi. Un progetto che vuole creare un laboratorio di dialogo e riflessione comune, sul significato della memoria delle resistenze europee e la loro attualità]

E' diventato luogo della memoria, il Bunker Valentin, poco lontano da Brema, in Germania: per testimoniare e denunciare lo spietato sfruttamento di vite umane del nazionalsocialismo. Tra i lavoratori forzati, prigionieri di guerra e deportati da ogni angolo d’Europa, che lo costruirono anche il trentino Elia Tomasi.