teatro

Ultimi contenuti per il percorso 'teatro'

“C'è da non crederci!”, questo il titolo della commedia musicale che martedì 8 dicembre alle 16 andrà in scena al teatro San Marco, in via san Bernardino 6, proposta dall'Istituto Salesiano “Maria Ausiliatrice” con l'intento di far conoscere la figura di don Bosco, padre fondatore dei Salesiani.

Federico Buffa, giornalista televisivo sportivo di Sky, parte dallo sport per raccontare di uomini e donne, delle loro imprese nei momenti bui dell'umanità. Il teatro di Sanbapolis ha idealmente ospitato questi atleti con le loro storie e le loro vicende umane prima che sportive.

Andrea Brandalise, trentenne regista trentino, ha messo in scena la controversa figura di Cesare Battisti e il contrastato rapporto generazionale tra un padre (Andrea Castelli) e un figlio di nome Cesare nello spettacolo del Teatro Stabile di Bolzano che ha aperto la stagione teatrale a Trento.

Dalla collaborazione tra la filo San Genesio e il gruppo “Oasi” un'apprezzata esperienza teatrale che coinvolge anche ragazzi diversamente abili. “Ma ancora pochi teatri ci considerano”, commenta la coordinatrice Alda Faes

Sarebbe riduttivo chiamarlo concerto-spettacolo, ma anche recital, tanto meno musical. La serata proposta a Trento giovedì scorso dal giornalista e scrittore Mauro Neri è un reading musicale.

Trentuno rappresentazioni teatrali, sei appuntamenti musicali,quattro di danza, cinque eventi speciali (teatro e giustizia sociale, autunno a teatro con le filodrammatiche amatoriali, musica per banda, jazz, musica classica): è la sintesi della stagione 2015-2016 presentata a Pergine da “ariaTeatro”, l'associazione che per il terzo anno gestisce il nuovo teatro comunale. La terza stagione del Teatro di Pergine ricalca e sviluppa nell'impostazione quelle precedenti: l'elemento trainante è la stagione di prosa, articolata in quella proposta da ariaTeatro, quella del Comune e i nove spettacoli del Teatro Ragazzi, completata da sei spettacoli fuori stagione. Di qualità anche i sei spettacoli musicali che vedranno tra gli altri Andrea Braido e Eugenio Finardi.

Al Centro Servizi culturali S. Chiara hanno scelto il primo settembre, una data dal sapore simbolico che segna di fatto il passaggio dalla stagione vacanziera al ritmo lavorativo. Per “lanciare” la nuova “Stagione”.

All'autore e attore Massimo Lazzeri, con “Torta de pomi”, il premio Cofas riservato ai testi teatrali.