Cultura
stampa

In “Malicidio veneziano” all'opera un'inedita coppia di detective

Strani omicidi in laguna

Il “bersaglio grosso”, l’obiettivo finale, è nientemeno che il grande compositore Antonio Vivaldi, il “prete rosso”. Il folle omicida in nome dei valori cristiani, certo distorti o comunque mal interpretati, riuscirà a farlo fuori? Lasciamolo svelare ai lettori di “Malicidio veneziano”, per ora ultimo romanzo di Alvaro Torchio.

Parole chiave: Alvaro Torchio (1), romanzo (37), Venezia (55), libri (1811)

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito