CHIESA

Festività di Sant’Antonio abate rispettata anche quest’anno a Ronchi. Al mattino del 17 gennaio, giornata proprio in cui la Chiesa ricorda la figura dell’abate, il parroco don Paolo Ferrari ha fatto il giro delle quindici stalle ancora presenti in paese per benedire gli animali.

La Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani del 2020, in programma anche in diocesi dal 18 al 25 gennaio, si celebra con vari appuntamenti locali, predisposti sul tema (vedi sopra) da varie comunità si segnalano alcuni appuntamenti a a Trento. ract.

POLITICA e SOCIETA'

Non alzano la voce, non incrociano le pinne, non fanno lo sciopero della fame, ma anche i pesci di fiume nel loro piccolo s'incavolano. A dare loro voce con una inedita protesta è il Coordinamento Nazionale Tutela Fiumi - Free Rivers Italia – e, in Trentino, il Comitato permanente per la difesa delle acque , che con Legambiente sabato 25 gennaio rilancia su tutto il territorio provinciale la giornata di mobilitazione nazionale.

Alle medie dell'Arcivescovile dalla riflessione sui “discorsi d'odio” al confronto con gli orrori della Shoah, che porta a scrivere alla senatrice Liliana Segre per manifestarle solidarietà. E lei, inaspettatamente, risponde.

Mentre si vanno definendo le candidature in vista dell'appuntamento elettorale del 3 maggio 2020, le Acli trentine promuovono un corso di formazione pensato per la futura classe dirigente.

A Milano c'è una “pietra d’inciampo” dedicata alla figura di Ezio Setti. E' collocata in viale Corsica al civico numero 43. Ezio Setti era nato a Marco di Rovereto il 28 ottobre 1887.

La piattaforma Hatemeter monitora e analizza automaticamente i dati di Internet e dei social media sull’odio anti-musulmano. I risultati saranno presentati a Trento venerdì 24 gennaio alle 9.30 nel corso di un convegno nell'aula 1 del Palazzo di Giurisprudenza.

ECONOMIA e LAVORO

La Fondazione don Lorenzo Guetti, che assieme alla Fondazione Edmund Mach cura il primo evento verso l'appuntamento internazionale di Assisi, è nata nel 2012 per volontà della Provincia autonoma di Trento, dei comuni delle Giudicarie esteriori e della Federazione trentina della cooperazione.

Nella prima settimana di gennaio la media delle catture di adulti di drosofila nelle 10 trappole collocate in altrettanti siti strategici è risultata 4 volte superiore a quella della stessa settimana del 2019: 230 contro 79. I dati confermano che la presenza della drosofila è ancora elevata e non concederà tregua a chi si occupa di metodi e mezzi di contenimento: ricercatori, tecnologi e agricoltori.

CULTURA

Il Comitato provinciale di coordinamento ha dato il via libera al progetto di un corso di studi in Medicina e Chirurgia a Trento, dopo settimane di confronto serrato tra Università di Trento e Giunta provinciale.

Sta incontrando l’interesse dei genitori e degli operatori pastorali il nuovo calendario per bambini “Due piccoli pesci”, la novità realizzata da Vita Trentina editrice sulla scia del collaudato “Cinque pani d’orzo”.

È giunta al termine mercoledì 15 gennaio la rassegna "L'educazione al tempo dei like” organizzata dal Collegio Arcivescovile di Trento e patrocinata da Fidae (Federazione degli Istituti Cattolici) e Agesc (Associazione dei genitori delle scuole cattoliche).

L'opera di Fabio Magnasciutti, illustratore e vignettista dal curriculum di tutto rispetto per la varietà e la qualità delle collaborazioni, è in mostra allo Studio d'Arte Andromeda fino al 7 febbraio 2020.

“Qualificare l’investimento per l’Infanzia. 70 anni da capitalizzare”. È questo il tema attorno al quale si sono sviluppate le riflessioni al centro della relazione del Presidente della Federazione provinciale delle scuole materne, Giuliano Baldessari, in occasione dell’assemblea annuale che si è svolta sabato scorso presso le Cantine Ferrari a Ravina di Trento.

SPETTACOLI

Si avvicina l’appuntamento del consueto e atteso concerto di Natale del coro trentino della Sosat promosso insieme al nostro settimanale Vita Trentina a ingresso libero: domenica 22 dicembre, alle 20.30, nella chiesa del SS. Sacramento in corso 3 Novembre a Trento; al termine il tradizione brindisi augurale.

L’appuntamento si tiene nella chiesa di San Pietro a Trento venerdì 6 dicembre alle 20.30 e assieme ai Musici Cantores ci sarà anche il coro “Voci roveretane” diretto da Federico Mozzi.

Non sarà solo una serata di musica perché gli organizzatori hanno pensato in particolare di presentare agli spettatori una delle attività più interessanti avviate negli ultimi anni, la Dolomiti terapia, ovvero al progetto montagna che da qualche anno LIFC promuove con soddisfazione e buoni risultati. 

Un riconoscimento ben meritato e inatteso l'assegnazione al “Libero Teatro” di Grumes del primo premio del concorso “Mario Roat nell'ambito della 23^ rassegna “Palcoscenico Trentino”. Ottima l'interpretazione della commedia “La siarpa de la sposa” di Gabriella Scalfi con la regia di Bruno Vanzo, “uno spettacolo bello – è stato motivato il premio - importante e pieno di significati per l'argomento trattato - l'immigrazione - che per tanti anni interessò l'Italia e che ancor oggi, in modi diversi, fa riflettere”.

L'edizione 2019 del festival di cinema, cibo e videodiversità “Tutti nello stesso piatto” - l'undicesima - propone l'accostamento di due temi, i diritti umani e l'ambiente, che più l'hanno fatto conoscere e crescere in autorevolezza. Quest'anno si parlerà del rapporto tra cibo, produzione e consumo alimentare, diritti umani, giustizia sociale con un unico filo conduttore: quello dei cambiamenti climatici, politici e culturali per raccontare mondi lontani, culture, diritti umani violati, emergenze sociali e ambientali e nuove schiavitù.

SPORT

Da quest'anno, la granfondo sarà trasmessa in diretta da Sky Sport, che proporrà anche l'arrivo dell'ultimo concorrente. “Da quasi paesana, questa granfondo è diventata un prodotto televisivo ricercato e ambito a livello internazionale, con 35 reti collegate in diretta. Tutte queste tivù ci fanno sentire molto importanti, al di là della modestia di noi montanari”. Lo ha sottolineato il

Il fiemmese Marco Aurelio Nones, classe 1948, è uno dei dieci “Senatori” al via anche della quarantasettesima Marcialonga di Fiemme e Fassa. “Lo sci di fondo sembra un valido modello di attività fisica per un invecchiamento di successo”. Basta vedere Marco Aurelio Nones – uno dei “Senatori” della nostra provincia, con il 77enne caranese Luigi Delvai ed il 77enne trentino Fabio

Il primo scatto verso la Ledro SkyRace - Senter dele Greste 2020 è ormai alle porte: a mezzogiorno di giovedì 16 gennaio si apre la rincorsa a un pettorale della nuova edizione dell'ormai apprezzatissimo evento che nel giro di pochi anni è diventato un autentico must nel calendario nazionale e che si ripresenterà puntuale in Valle di Ledro il prossimo 7 giugno.

Giovedì 23 gennaio alle 17.30 nel salone di rappresentanza di Palazzo Geremia di Trento, si terrà l'incontro-testimonianza dal titolo “Determinazione e coraggio per superare i propri limiti” con la nuotatrice paralimpica Xenia Francesca Palazzo.

VALLI

Il regista Michele Trentini ha presentato nelle scorse sere a Cloz il documentario “Latte nostro”, un ritorno a tempi passati e a vecchi ricordi, quando in ogni paese c’era il caseificio, dove gli allevatori conferivano il latte e ogni famiglia andava a prenderlo con un secchiello di alluminio.

Il profilo delle Dolomiti di Brenta innevate sullo sfondo, nitide, maestose, spettacolari. Più a valle il silenzio surreale di un piccolo borgo alpino, dove gli animali da cortile razzolano ancora indisturbati tra nelle viuzze del paese, tra la chiesetta, le piccole stalle e le case dei paesani. A scandire l’incantesimo di un luogo dove il tempo sembra essersi fermato, le chiacchiere allegre e i sorrisi giovali dei malgari, che accompagnano don Romeo Zuin alla benedizione delle stalle.

Sono stati presentati lo scorso 17 dicembre, a Trento, due progetti legati alla fruibilità ed alla sicurezza delle montagne in inverno: “La neve per tutti”, che promuove l'inclusione sociale, e “Prudenti sulle piste”. “A quanto ci risulta, è il primo progetto di inclusione sociale attraverso gli sport della neve che coinvolge un'intera categoria professionale e che affronta il tema della pratica sportiva,

Avvinti dalle note corali, decine di ospiti della “Casa Famiglia” di Cadine e loro amorevoli famigliari hanno pregustato stretti l’un l’altro l’arrivo del 25 dicembre. Nella sala pluriuso dell’Azienda di servizi alla persona appartenente al Gruppo Spes sono arrivati a ranghi compatti i coristi del Voci del Bondone con la loro calda ventata di gioia tanto gradita.

Il comune di Vallelaghi proroga il canone agevolato er l'affitto degli spazi alla Famiglia cooperativa Valle di Cavedine in nome della sua valenza sociale.

MERIDIANI

“La voce della gente in Terra Santa non può essere ignorata”: comincia così il comunicato finale dei vescovi del Coordinamento di Terra Santa (Hlc) diffuso al termine del loro pellegrinaggio di solidarietà annuale (11-16 gennaio).

Un gigante, la Nigeria. Un territorio vastissimo. Quasi 200 milioni di abitanti, il più popoloso d’Africa, e in continua crescita demografica. La seconda potenza economica africana. La conosciamo prevalentemente per gli attacchi della setta islamista di Boko Haram.

In Israele si va nelle prossime settimane, a marzo, alla terza elezione generale legislativa in meno di un anno. Segno di una stagnazione del sistema che non riesce a trovare sbocchi istituzionali stabili e duraturi. Il primo ministro Benjamin Netanyahu non può permettersi di apparire come un premier debole nei confronti dei palestinesi.

“Un mondo senza armi nucleari è possibile e necessario, ed è tempo che quanti hanno responsabilità politiche ne divengano pienamente consapevoli, poiché non è il possesso deterrente di potenti mezzi di distruzione di massa a rendere il mondo più sicuro, bensì il paziente lavoro di tutte le persone di buona volontà che si dedicano concretamente, ciascuno nel proprio ambito, a edificare un mondo di pace, solidarietà e rispetto reciproco”.

Emanuela Evangelista, trentina, è biologa e vive in Amazzonia. Vi si era recata nel 2000 per la sua tesi di laurea e poi si è trasferita lì, nel cuore della foresta. E’ stata insignita recentemente di un’Onorificenza al Merito della Repubblica Italiana dal presidente Sergio Mattarella.

EDITORIALE

Il centenario della nascita di Chiara Lubich (Trento, 22 gennaio 1920 – Rocca di Papa, 14 marzo 2008) coincide con la celebrazione della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, segue di pochi giorni (16 gennaio) la 31.ma Giornata per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra cattolici ed ebrei, precede la prima Domenica della Parola di Dio (26 gennaio), annunciata nel 2016 da papa Francesco e istituita con la lettera Aperuit illis del 30 settembre 2019..


E’ un silenzio d’oro, prezioso, che merita qualche sottolineatura anche per la lezione che ne può venire alla nostra vita di uomini e di cristiani. Quando si viene “messi in guardia” o quando si viene tirati per la giacca, pure nelle vicende familiari o lavorative, si sarebbe tentati di reagire subito per chiarire il nostro punto di vista o per stroncare così sul nascere un dissenso (che è destinato poi comunque a crescere)


Ogni volta il mondo si interroga se questa sia la tattica appropriata per affrontare i grandi problemi del nostro tempo: agire da “bounty killer” e poi proporre il calumet della pace. Ma oggi non siamo ai tempi del West americano: viviamo in un modo estremamente complesso, conflittuale e connesso. Fino ad ora il Presidente americano è stato particolarmente fortunato e l’irrimediabile non si è palesato.

Nessuno scandalo di fronte ad un gesto di impazienza del Papa, tanta gratitudine per la semplicità del chiedere scusa proprio il primo gennaio, per ricominciare un anno. 

All’uscita dalle Gallerie di Piedicastello per un cammino di pace nella prima sera di questo 2020, il silenzio rafforza questa convinzione: il vero tunnel dal quale dobbiamo uscire insieme oggi è quello della paura e dell’odio.

FATTI E OPINIONI

A pochi giorni dall’apertura di urne elettorali emiliane e calabresi che si scommette saranno “fatidiche” è difficile analizzare la situazione del paese. Salvini è riuscito ad occupare tutta la scena e l’ha fatto alla grande: meglio persino del Berlusconi dei tempi andati, che non sapeva andare davvero in mezzo alla gente. Le Sardine lo aiutano nel compito.


Può davvero il premier Conte mettere un freno a tutto questo portando la sua maggioranza ad una verifica a fine mese che si concluda con il consenso di tutti alla stesura di una agenda delle cose da fare fino alla scadenza della legislatura nel 2023? Fra gli osservatori non ci crede nessuno e del resto fino ad ora Conte non è mai riuscito a ricondurre alla ragione i Cinque Stelle: al massimo ha pasticciato con le soluzioni per i temi aperti in modo da limitarsi a dar loro ragione a metà.


Ormai la cifra della politica italiana sembra essere quella del rinvio e dell’attesa. Il 7 gennaio doveva esserci il primo incontro per venire a capo del rebus prescrizione, ma è stato rinviato: ufficialmente per impegni di politica estera, in realtà perché non si sa come venirne fuori. Infatti più i Cinque Stelle si indeboliscono più si irrigidiscono per non ammettere la loro condizione e la prescrizione è sempre più una bandierina senza senso a cui non possono rinunciare senza ammettere di aver fatto un inutile pasticcio.

Un vertice notturno del governo (ormai sembra che solo le ore dopo le 21 siano adatte per quel genere di riunioni) in cui non si dovevano fare programmi, ma solo accordarsi sul provvedimento per le autonomie differenziate. Non si è arrivati ad un vero accordo neppure su quello. Tutto è rimandato a gennaio, forse nell’attesa che la Befana porti qualche potere magico per rappattumare una maggioranza la cui debolezza non accenna a sparire.

SENTIERI

Sono vecchi? E allora? Non stiamo diventando un popolo di anziani? ? Perché non affidarsi a queste figure che tengono aperto uno spazio di silenzio nel confuso frastuono generale? Le chiese non sono un tempio. Sono la casa del Signore e dei suoi figli … delle famiglie, del paese, sono il rifugio, l’accoglienza. Un sacrestano che tenga la porta aperta e magari sosti qualche minuto in un banco per una preghiera, dà un senso di comunità anche alla solitudine, alla pietà individuale.


AbsQuanto all’ ateneo trentino fa bene a resistere. Una Medicina costosissima, quando a un’ora di treno esistono due ottime facoltà, Verona e Padova, è destinata inevitabilmente, per mancanza di contesto, a diventare di serie C rispetto alle grandi scuole del Paese, suscettibile di scardinare la qualità dell’ateneo trentino, e la sua possibilità di attestarsi fra le piccole (guai crescere troppo!) università d’eccellenza. Ma non ci sono solo “facoltà”, ci sono istituti di ricerca e specializzazioni da incentivare, borse di studio da assegnare, posti di lavoro per specializzati da prospettare e organizzare.

In realtà l’impressione è che la proposta della facoltà medica sia la classica fuga in avanti per mascherare l’incapacità di risolvere problemi concreti più vicini.


La musica sacra è la grande incompiuta del Concilio Vaticano II. E’ anche, non è eccessivo ipotizzarlo, una delle ragioni della povertà dell’attuale liturgia. I canti predisposti - volonterosamente ma spesso intellettualisticamente - non hanno né la profondità essenziale dell’antico gregoriano, né la tensione appassionata (ed anche dolorosa, fra cielo e terra) della grande tradizione musicale cristiana, capace di accumunare “ad maiorem Dei gloriam” cattolici, protestanti (Bach!) e ortodossi, con la loro splendida coralità.

NLe casse rurali sono state al centro di commenti, polemiche, dubbi e anche rancori nelle riflessioni che hanno segnato il passaggio al nuovo anno 2020. E’un segno di quanto siano percepite come importanti dalle genti trentine, non solo strumenti di credito, ma espressione di identità territoriale. E’, questo, un valore aggiunto decisivo che le dirigenze bancarie non dovrebbero smarrire, oggi che lo stesso Trentino sta smarrendo se stesso, con una rinuncia della cosiddetta classe dirigente a presidiarne i fondamentali (comunicazione, giornali ... ) con una politica populista e rissosa (milioni per allungare uno skilift e precarietà sottopagata nei lavori più utili) senza dimenticare i Comuni unificati e perduti, che cancellano radicamenti millenari ripudiando il loro stesso nome.

Il mercatino poteva diventare occasione di presenza per piccoli complessi musicali, di coralità, pianoforti di strada … invece il volerlo troppo allargare (piazza Italia!) ha depotenziato il suo punto di maggior richiamo, sotto le mura.

OLTRE I CONFINI

Un clima di grandissima ambiguità intorno alla Libia. Dopo lo sciagurato intervento nel 2011 degli europei, con in testa Francia e Inghilterra, sostenuti dagli Stati Uniti, per abbattere il regime di Gheddafi si era cercato di pacificare il paese attraverso le Nazioni Unite che avevano sostenuto la candidatura di Serraj a nuovo primo ministro di Tripoli. tract.


Luce verde da parte del Parlamento europeo. La nuova Commissione ha finalmente ottenuto la fiducia per cominciare a “governare” l’Unione europea dal primo dicembre. E’ difficile ricordare tempi così deprimenti e complicati, sul piano politico-istituzionale europeo, all’avvio di una nuova legislatura.


Nel cesto di natale confezionato dalla Presidente Ursula von der Leyen si trova davvero di tutto, da un più autorevole ruolo dell’UE nei grandi affari del mondo (un’Unione geopolitica) alla volontà di diventare modello di riferimento verso emissioni di gas serra zero entro il 2050.

LETTO PER VOI


Una favola moderna e irriverente. Una storia divertente che rende pan per focaccia ai prepotenti e suggerisce, neanche tanto velatamente, che forse è anche colpa di genitori troppo accondiscendenti, incerti, timorosi e molto ansiosi, se i bambini crescono capricciosi, egoisti e dispotici.


.a festa per la nascita di Gesù Bambino è motivo per stare insieme in famiglia condividendo, grandi e piccoli, anche una bella storia. Una storia con la neve, il freddo, il ghiaccio. Una storia con dei bambini, i regali, le luci e l’atmosfera calda e festosa. Una storia con Babbo Natale in persona. Eccola! Quest’anno ce la offre Iperborea e si intitola “Il bambino che partì per il nord alla ricerca di Babbo Natale”

Davvero interessante “Il giro del mondo in 80 esperimenti”, una tra le ultime proposte di Editoriale Scienza per ragazzini interessati e curiosi. Un libro di grandi dimensioni pieno zeppo di precise informazioni organizzate in modo tanto inusuale quanto accattivante.

PROIEZIONI



AbstrNei prossimi giorni il Trieste Film Festival propone, quale evento speciale, l’anteprima italiana de “La vita nascosta” (titolo originale “A hidden life”), presentato all’ultimo festival di Cannes, firmato dal regista statunitense Terrence Malick, autore, tra l’altro, de “La sottile linea rossa”. Nella parte del protagonista il tedesco August Diehl (“Bastardi senza gloria” e “Il giovane Karl Marx”). act.

A quattro anni esatti dall'uscita in sala del film Quo vado?, Checco Zalone con Tolo tolo batte il record di incassi nel primo giorno che già gli apparteneva con i due film precedenti. A Trento, a sette giorni dall'uscita in contemporanea in due sale cittadine, si fa ancora coda al botteghino.

Concorre ai premi “Golden Globe” con quattro candidature pesanti il film “I due papi” (“The Two Popes”) di Fernando Meirelles, racconto giocato tra verità e finzione sull’amicizia tra papa Benedetto XVI e l’allora cardinale Jorge Mario Bergoglio, a poche settimane dalla rinuncia del primo al soglio di Pietro e all’ascesa del secondo con il nome Francesco. Un film molto atteso, discusso, apprezzato e commentato, che è stato presentato inizialmente ai festival di Telluride e Toronto, per arrivare poi dal 20 dicembre direttamente sulla piattaforma del colosso streaming Netflix.

OGGI LA PAROLA

Dio sta in mezzo agli uomini e abbraccia le loro incertezze e le loro domande. E’ come se la fede fosse sollecitata più dal grido di giustizia che sale da tanta parte dell’umanità che da tanta sicurezza di tante nostre comunità ecclesiali. Questo mi sembra emergere dalla parola del Vangelo di oggi: una parola impegnativa, che invita a cercare il disegno di Dio per realizzarlo, come gli apostoli, sulle strade di Galilea


Eccoci dunque chiamati ad amare la vita e la terra; a non condannare la terra a una morte lenta ma inesorabile, a donare all’uomo giorni di pace, di giustizia, di serenità. Condivido, per concludere alcune espressioni di una preghiera che mi ha aiutato a non cercare un Dio giudice, ma il Dio mite di Gesù….


Nel Natale ci rendiamo conto che Il Figlio di Dio «non è nato perché gli uomini diventino religiosi, se intendiamo la religione come una realtà che sta al fianco del mondo senza scuoterlo, senza turbarlo».

L’invito per noi di passare, in questo tempo di Avvento, dal silenzio all’ascolto della Parola, che ci fa diventare capaci di osservare l’unico comandamento dell’amore reciproco che Gesù ha consegnato ai suoi discepoli e che Giuseppe visse con umiltà e coraggio nel suoi giorni.

Eccoci dunque chiamati ad amare la vita e la terra; a non condannare la terra a una morte lenta ma inesorabile, a donare all’uomo giorni di pace, di giustizia, di serenità. Condivido, per concludere alcune espressioni di una preghiera che mi ha aiutato a non cercare un Dio giudice, ma il Dio mite di Gesù….

IL MONDO CHIAMA TRENTO


NA fine novembre sì è tenuta anche in Primiero la raccolta di testimonianze sulla missionaria laica uccisa in Burundi nel settembre 1995, nell’ambito dell’inchiesta diocesana per la causa di beatificazione. Ce ne parla don Ruggero Fattor, che ha lavorato al fianco di Catina.


Mi chiamo Nicoletta, e da 13 anni vivo la mia ‘consacrazione battesimale’ in Ghana. Come battezzata sono inviata a rendere Dio “incontrabile” nella normalità della vita, caratterizzata da lavoro, apostolato biblico nelle comunità rurali e accoglienza di ragazze in difficoltà.

Sono di nuovo in Papua Nuova Guinea, dopo due anni in Ciad, ma in un'altra diocesi (Alotau). La parrocchia di Budoya è divisa su 3-4 isole, ed è più difficile muoversi rispetto a quando ci sono strade e macchine, che su queste isole non esistono neanche. La Chiesa cattolica poi è da relativamente poco che è presente: è ancor vivo un uomo di 83 anni che ha donato il terreno per la missione!

Le cause delle proteste, del malcontento e di tutti i disordini, a volte violenti e riferiti dai media anche in Italia, hanno radici profonde e dolorose nel passato e nella storia del nostro Paese. Anche noi francescani ci stiamo dando da fare stando accanto alla gente che soffre e che spera, che lotta e che desidera un Cile migliore, più giusto, pacifico, fraterno e ugualitario.

BOLZANO CHIAMA TRENTO

È uso a Merano che in occasione della Giornata della Memoria i rappresentanti del Comune si ritrovino per una cerimonia di commemorazione presso il muro dell’ex campo satellite del lager di Bolzano. Lo faranno anche fra qualche giorno, alle 12 del 27 dicembre.


Dopo le elezioni anticipate di fine settembre e lunghe trattative, nei giorni a cavallo tra i due anni ha preso forma il nuovo governo austriaco a guida popolare (ÖVP). In coalizione entrano i Verdi e l’accordo di governo comprende temi caratteristici del centrodestra e altri tipici dell’ambientalismo e delle sinistre europee.


Il Presidente Mattarella a castel Tirolo: “Dobbiamo essere consapevoli che in un mondo sempre più globalizzato soltanto il disegno europeo sarà in grado di rappresentare e di proteggere le nostre comunità permettendoci di continuare ad accrescere il nostro sviluppo sociale. Al di fuori di questo progetto non vi può essere, in realtà, per i popoli europei, né sovranità né indipendenza, bensì l’esatto contrario”.

A Bolzano nei prossimi giorni si apre la “Fiera del volontariato” nell’ambito della “Fiera d’autunno”. La cultura del dono fa ancora parte del presente di una società segnata da un forte individualismo non solo nell’economia e nella politica ma anche nell’impegno sociale?

ORTO E GIARDINO

La forsizia è un arbusto che dona ai giardini una ventata di primavera e di colore. E’ una pianta rustica, robusta e di semplice coltivazione. Si adatta a tutti i suoli, in posizione bel illuminata e soleggiata. Richiede poche cure.


Se vi capita di passare per strada e sentire forte un profumo intenso, quasi inebriante, percepibile anche a distanza, significa che vicino cresce una pianta di calicanto fiorita.


Nel periodo natalizio e in quello che segue due piante stupiscono per le fioriture in pieno inverno. Stiamo parlando di bucaneve e campanellino.

La cannella è una delle spezie più ricercate dalla farmacopea e dagli chef in cucina. Fa la parte del leone durante le feste perché base per aromatizzare bevande e dolci tipici della stagione.

Il colore delle bacche del vischio è diverso a seconda della specie che ospita questo emiparassita vegetale.