Era il 1649 quando la comunità di Arco decideva di erigere in onore di San Bernardino un altare nella nuova Collegiata di Arco; egli era il compatrono della città unitamente a Santa Maria Assunta, a cui è dedicata la parrocchiale. Lo stemma della Comunità, che sovrasta l’altare, reca la data 1652, anno di consacrazione dell’altare. Il culto di S. Bernardino quindi era vivo in Arco e si ritiene sia stato voluto o promosso da Francesco conte d’Arco, che era stato capitano del popolo a Siena, negli anni in cui viveva in quella città San Bernardino.

Un’esperienza di cammino, di amicizia, di silenzio, di gioia, di preghiera, preparata dai giovani e proposta a tutti.

“Quando si scrive un libro non bisogna farlo in una giornata no, altrimenti viene male, come questo!” Poche parole per stroncare un libro per ragazzi, ma sufficienti per essere premiato come miglior recensione negativa! Questo è Sceglilibro, un progetto creato dalle Biblioteche pubbliche trentine nel 2012 e volto alla promozione della lettura e della scrittura tra i ragazzi delle classi quinte della scuola Primaria e delle classi prime della scuola secondaria di Primo grado. Un concorso biennale che è giunto alla sua quarta edizione e che si è concluso venerdì 17 maggio con una festa-spettacolo al Palazzetto dello Sport a Trento.

Si appella al buon senso Alessandra Degasperi, portavoce di quello che preferisce non definire impropriamente “comitato” - come da gennaio 2015 tratteggiato sotto la guida del suo predecessore Gabriele Gattozzi - bensì “gruppo di persone di Sardagna”. Dietro alle 450 firme apposte lo scorso tardo autunno alla rumorosa petizione indirizzata agli assessorati all’ambiente di Palazzo Thun e di Piazza Dante risuona perentoria la contrarietà alla riapertura della discarica in quella che, sovrastante il quartiere cittadino di Piedicastello, era fino al 1976 la cava Italcementi.

LE OPINIONI

Sono tanti i giorni in cui è difficile non deprimersi accendendo la televisione. La soluzione più semplice sembrerebbe quella di spegnerla. Sicuramente quattro chiacchiere in famiglia o tra amici o un buon libro sono una più che valida alternativa al piccolo schermo. Che però sa offrire anche angoli di qualità. Basta saperlo accendere con criterio, utilizzando il telecomando per cercare quei programmi, e non sono pochi, capaci di arricchire o almeno di farci trascorrere un paio di ore di serenità, senza riempirci di negatività.

Questa è vita!, lo show proposto in prima serata il mercoledì alle 21.05 da TV2000, conferma questa regola.

È stata un successo la quinta edizione del CircuSpring, eppure rischia di chiudere.

a l’eredità eurotrentina oggi più esigente è quella lasciataci troppo prematuramente da Antonio Megalizzi, l’universitario trentino vittima in dicembre dell’attentato, proprio a Strasburgo. Alla causa europea – in un impegno culturale e trasversale – egli aveva dedicato gli anni della sua formazione e le energie della sua passione giornalistica, per comunicare e costruire un’Europa nuova, più coesa e solidale.

Continua l’immobilismo in attesa dell’esito delle elezioni, ma non c’è alcuna certezza che poi le cose cambieranno. Il premier Conte si era detto fiducioso che passata la boa del 26 maggio tutto sarebbe tornato nella normalità, ma è dubbio, visto il crescendo di attacchi reciprochi.