“Ex Oriente lux”. Così s’intitola quest’anno l’ormai tradizionale concerto di Natale che il Coro della SOSAT offre alla città insieme a Vita Trentina sabato 15 dicembre alle 20.30 nella chiesa del Santissimo in corso Tre Novembre.

Ha fatto discutere nei giorni scorsi la problematica della sicurezza attorno e dentro la Basilica di Santa Maria Maggiore. Il tema è tornato d’attualità per l’annuncio da parte del Presidente della Giunta provinciale Maurizio Fugatti di voler finanziare un servizio di guardie giurate a difesa dei fedeli che si recano nella chiesa definita “simbolo della cristianità trentina”.

E’ una formula interessante per gli anziani, affaticati dall’allungamento dell’età lavorativa, ma possono usufruirne i lavoratori di ogni età. C’è un doppio vantaggio.

E’ solo una piccola filiale, che tra l’altro non svolgerà operazioni di contante. Ma, al di là delle dimensioni, a contare è il valore simbolico dello “sbarco”: dal 3 dicembre al centro commerciale di Ala apre una filiale della Banca di Verona, prossima, come altre 141 banche di credito cooperativo di tutt’Italia, ad entrare nel nuovo gruppo bancario cooperativo Iccrea.

Nel corso della serata promossa dalla Sat giovedì 29 novembre, il Centro Astalli Trento presenterà un nuovo modo di dare voce a chi non ha modo di farsi sentire: alcuni racconti, che saranno pubblicati sul nostro settimanale Vita Trentina.

Anche quet'anno il FAI, Fondo Ambiente Italiano, ha invitato - nella settimana da lunedì 26 novembre a sabato 1° dicembre - gli allievi delle scuole a conoscere il patrimonio storico e artistico del loro territorio accompagnati dagli Apprendisti Ciceroni, che sono a loro volta giovani studenti appositamente che operano in un dialogo continuo con i docenti.

Dal 5 dicembre 2018 al 7 gennaio 2019 il Museo Diocesano Tridentino ospita nelle sale del piano terra la mostra “Natale in bianco e nero. Dalla collezione di incisioni antiche del Museo”.

Era stata rinviata a causa dell’emergenza maltempo il 29 ottobre scorso. Si recupera l’attesa serata con Gregorio Vivaldelli e la Divina Commedia dal titolo “Ritorna te stesso” che va in scena martedì 4 dicembre ad ore 20.30.

E’ stata per quasi 50 anni compagna e confidente privilegiata di Chiara Lubich, Eli Folonari, scomparsa a 92 anni, i cui funerali si tengono il 29 novembre a Roma. Ed era stata la sua ombra anche durante i due ritorni a Trento in cui l’abbiamo vista seguire come un’ombra la fondatrice del Movimento e gioire della sua commozione nei luoghi della sorgente.

I monaci camaldolesi di Bardolino propongono di scandire l'attesa del Natale con i salmi.

Si presenta con quest’annuncio sui social media ai giovani

L’appuntamento si tiene quest’anno dal 27 al 30 dicembre ed è rivolto come sempre a giovani delle Superiori o studenti universitari (anche lavoratori) che vogliano approfondire in un ritiro spirituale arricchito di incontri, workshop e preghiera nello stile di Taizè.

LE OPINIONI

Come credenti continuiamo ad attendere Colui che viene come salvatore potente. Non con l’arroganza di chi vuol gridare più forte degli altri, e nemmeno con l’ingenuità di chi sottovaluta i problemi o li nasconde addirittura, eliminandoli dagli occhi della gente perbene.

L’Italia non viene messa sotto processo e poi eventualmente sanzionata solo per quello che fa lei, ma per mandare segnali minacciosi che dissuadano altri a percorrere quelle strade.

In questa terza domenica di avvento, leggendo i testi biblici che la liturgia ci offre, nascono in me alcune domande. C’è anzi tutto l’invito alla gioia, nelle parole del profeta Sofonia (3,14–18) e in quelle di Paolo (Fil 4,4–7): ma è possibile oggi la gioia?

Le giornate mondiali della gioventù, gli incontri a Roma con Papa Francesco, i pellegrinaggi, le settimane di servizio… tutte queste esperienze che coinvolgono i giovani corrispondono al bisogno di aggregazione e di condivisione; possono costituire una risposta alla ricerca di senso e di trascendente. Proprio per questo non bisogna denigrarle, anzi riconoscere che possono avere un valore, purché non siano esperienze chiuse in se stesse ma mantengano viva la domanda di senso.

Sono passati appena sette giorni e gli effetti temuti del “Decreto sicurezza e immigrazione”, approvato mercoledì scorso nell’aula divisa del Parlamento, prendono corpo in tante periferie: quello di uomini, donne e bambini, sbattuti fuori dai centri di accoglienza CARA e CAS in quanto titolari soltanto di protezione umanitaria, ora insufficiente per restare in Italia.

Vi siete mai chiesti come fanno a “venire” i lampi di genio? A questa domanda risponde Luca Novelli a pagina 12 del suo ultimo libro “Eureka. 10.000 anni di Lampi di Genio”.

La vedova al tempio, vista da nessuno, ma osservata da Gesù. Ha dato più di tutti perché ha dato tutto. E ha dato tutto avendo meno di tutti. E' inconsapevolmente tutta amore. Una vita come risposta di amore. Due euro perché il Signore le ha dato tutto e le piace riconoscere e contraccambiare.

E’ ancora possibile interrare in vasi, cassette o terrine da porre sul terrazzo o sul poggiolo di casa i bulbi di bulbose quali tulipano, giacinto, crocus ed altre bulbose che fioriranno all’inizio della primavera.

Noi siamo abituati a vedere gli inizi dei grandi cambiamenti in fatti vistosi, in nomi famosi, dietro scenari appariscenti. E invece tutto comincia dalla scelta di un uomo di ritirarsi nel deserto. Un modo efficace per dirci che ogni cambiamento profondo, radicale, rivoluzionario è opera di Dio, e insieme nostra.

Al di là del valore del contenuto su cui non si discute, nell’insieme questo libro è un’opera molto coraggiosa dal punto di vista formale.

Sembra che alla fine stia per arrivare una svolta nella politica economica che vorrebbe varare il governo giallo-verde: avanti tutta per cercare di trovare un accordo con l’Europa ed evitare il trauma della procedura di infrazione. Sembra.

Se avete qualche pianta di olivo in giardino o nel vostro piccolo podere controllate se alla sua base sono spuntati e cresciuti durante la stagione polloni. Non tagliateli, ma utilizzateli per dare vita a qualche nuova pianta..