E’ uscito in febbraio “Compassione”, edito da Edb; ultimo libro di Erminio Gius, frate francescano che ha dedicato la propria vita allo studio e alla ricerca psicanalitica come docente presso l’Università di Padova. Un uomo di fede e di scienza, che all’interno di queste ultime pagine ha voluto indagare un tema fondamentale e fondativo dell’essere umano, e che regola il suo vivere associato.

Una conferenza dedicata all’acqua e ai cambiamenti climatici è in programma il 22 marzo - Giornata mondiale dell'acqua - all'ITT "Buonarroti-Pozzo" di Trento, dalle 8 alle 10.30.

A sostegno dell'iniziativa #FridaysForFuture si è pronunciato un gruppo di esperti trentini, con un appello. Tra i firmatari Emanuele Eccel, che lavora al Centro Ricerca e Innnovazione della Fondazione Edmund Mach: “Molti giovani mostrano una consapevolezza verso le tematiche globali molto più matura di quanto spesso si afferma”.

Da una settimana, cinque delle ragazze nigeriane che si trovavano a Lavarone sono ospiti in due appartamenti del Villaggio Sos di Trento, nell'ambito del progetto denominato “Karibu”, che in Swahili significa “benvenuto”.

“Si tratta di un business, tra cliniche, agenzie e mediatori, in ascesa esponenziale, di cui si parla poco, che non “buca” lo schermo, una pratica di sfruttamento, una mercificazione del corpo della donna”,

L'Unicef, nella Giornata internazionale della donna, lancia la campagna #8marzodellebambine con un nuovo rapporto sulla situazione dell'infanzia nel mondo e con il video “Posso essere quello che voglio”. Sono 600 milioni nel mondo le ragazze che hanno la potenzialità per dare vita a importanti cambiamenti, ma ogni giorno molte di loro incontrano barriere che ostacolano questo percorso.

Ritorna per il quinto anno consecutivo il cineforum promosso dall'associazione Oratori Noi Trento in collaborazione con l'Arcidiocesi di Trento e la partecipazione dell'associazione A.M.A.: quattro film per incontrarsi, confrontarsi e costruire comunità.

Risulta piuttosto diffusa, presso chi si interessa di storia locale, la consapevolezza che, almeno a partire dal basso Medioevo, l’organizzazione ecclesiastica della Val di Sole si è dispiegata attorno a tre centri fondamentali, anticamente definiti come “pievi”: Ossana, Malè e Livo.

Trasmesso di generazione in generazione, si è svolto martedì 5 marzo a Palù del Fèrsina/Palai en Bersntol uno dei riti carnevaleschi più arcaici del Trentino. Il mascheramento delle tre principali figure, l'insieme delle gestualità e il percorso che svolgono, richiamano infatti elementi ancestrali e profondamente legati alla comunità germanica che ha colonizzato nel XIII secolo la parte superiore del torrente Fersina.

L'ex Trofeo Topolino di sci alpino, nel cui albo d'oro compaiono anche i nomi di Marc Girardelli, Dominik Paris, Lindsey Vonn e Mikaela Shiffrin, è ormai una tappa obbligata per le promesse under 14 e 16 del circo bianco. “Sono attesi al via circa 350 atleti di almeno 32 nazioni, tra le quali Australia, Nuova Zelanda, Giappone, Israele, Argentina, Brasile, Cile, Messico e Austria, un importante

E' a a Trento per dare voce alle istanze inascoltate dei profughi siriani Abdo Elrahim Hysan, più conosciuto come Sheik Abdo, rifugiato siriano impegnato nella difesa dei diritti umani.

LE OPINIONI

Il martirio non va cercato e non tutti saremo chiamati al martirio, ma il silenzio quaresimale in questa Giornata così vicina all’incoraggiante notizia dell’Annunciazione potrebbe aiutarci a scavare la sorgente della mitezza dentro di noi, per bonificare il mondo intorno a noi.trac

Ormai ogni mezzo è buono per sperare in un incremento di voti alle prossime elezioni europee sempre più elevate al ruolo di pietra di paragone per testare lo stato della nuova politica italiana. Avanti con la lotta di tutti contro tutti. C’è chi lotta per risalire e chi si batte per mantenere le posizioni o per allargarle. In questa seconda categoria c’è Salvini che deve trovare qualcosa di nuovo rispetto a temi che ormai ha sfruttato a fondo (migranti, quota 100, legittima difesa). Il nuovo orizzonte è una riduzione delle tasse per il ceto medio.

Grembiule deriva da grembo perciò diventa ambiente che protegge, nutre, consola. Grembiule diventa vivente perché il grembiule della nonna tocca, vede, si accorge, provvede, cura, chiama, nasconde.

Una storia di amicizia e di avventura che racconta di un viaggio e di ciò che si impara viaggiando.

Oltre 6 milioni di spettatori hanno garantito il successo della fiction Il nome della rosa prodotta da Palomar, Raifiction e TeleMunchen con la regia di G. Battiato. La fiction si attiene alla felice intuizione di Umberto Eco di attribuire al racconto una struttura dialogica.

Sarà “Pierino e il Lupo” , domenica 10 marzo alle 16, presso il teatro comunale, a chiudere la rassegna “teatro ragazzi” di Pergine, che ogni anno dedica ai più giovani gli spettacoli della domenica pomeriggio.

A primavera chi si reca a far incetta di sementi, per l’orto rurale o hobbistico sono in vendita, oltre alle classiche e maneggevoli bustine, anche i nuovi “Minicartocci”.

I sondaggi, per quel che valgono, segnalano una ripresa del PD che tenderebbe a superare un poco il 19% e una ulteriore contrazione dei Cinque Stelle che scenderebbero al 21-22%. Sono dati registrati prima che fosse conosciuto il risultato notevole delle primarie per la scelta del segretario PD con 1,6 milioni di persone che hanno votato e il successo travolgente di Zingaretti che col 66% dei consensi ha letteralmente surclassato sia Martina che Giachetti (due espressioni dei tradizionali blocchi di potere interni al partito). Al contempo però cresce ancora la Lega che sembra arrivare al 35%.mm..

I nostri desideri? La Pubblicità venga a riprendersi i suoi bisogni indotti e le sue millantate soddisfazioni. Gli strumentalizzatori della missione politica contribuiscano alla pulizia urbana riportandosi a casa i palloncini delle paure gonfiate.

Quali sono le tentazioni per un credente? Non sono certo quelle di cui si «preoccupa un certo cristianesimo moralistico, come ad esempio quelle riguardanti la sessualità, ma piuttosto quelle che demoliscono la fede».

Un 8 marzo dunque per una evoluzione delle relazioni umane in cui ci si rispetta nella diversità per trarne gioia esistenziale. Un cambiamento generativo di liberazione autentica che riguarda uomini e donne e che prepari la strada delle future “marce mondiali” che si uniranno per i diritti umani, per la giustizia sociale, per il clima, per la pace.