Sentieri
stampa

SENTIERI

Giovani iperconnessi che si perdono la vita

Di fatto occorre avviare una sorta di rivoluzione “umanistica” nei confronti del “vecchio regime” , del sistema scientifico-industriale (finanziario) che ha dominato e soggiogato il pianeta negli ultimi due secoli. I risultati si vedono. Occorre invece riportare l’uomo al centro (l’ Uomo, non il Robot, o il Golem, come già sapevano gli antichi Ebrei) e tornare a ispirarsi alla Natura, che non è uno scenario di eventi spettacolari o un deposito di risorse da saccheggiare, come vorrebbero i mercati del turismo, del divertimento e dello sfruttamento (non solo in Amzzonia!) ma il laboratorio della creazione e dell’evoluzione, della contemplazione e della bellezza, del sacro e della lode.

Parole chiave: Territorio (19852)
Giovani iperconnessi che si perdono la vita
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento