anno 92 - n° 08 - Via i demoni di oggi
stampa

Il tagliacarte

Muri

Basta che il presidente del Pd, Orfini, accenni alla possibilità che il governo metta la fiducia per far approvare la riforma sulla cittadinanza, ferma al Senato, per scatenare il muro contro muro.

Parole chiave: ius soli (6), cittadinanza (195), migrazioni (1022)

Ci sono muri di cemento armato. Come il muro che in Medio Oriente allontana la soluzione “Due popoli, due Stati”. O il muro tra Stati Uniti e Messico. Ci sono muri tecnologici. Come quello che Lituania, Lettonia ed Estonia stanno erigendo sul confine con la Federazione russa. Ci sono muri invisibili. Che però ugualmente dividono. Basta che il presidente del Pd, Orfini, accenni alla possibilità che il governo metta la fiducia per far approvare la riforma sulla cittadinanza, ferma al Senato, per scatenare, appunto, il muro contro muro: "No a cittadinanza facile per gli immigrati", tuona l'opposizione. “Scelta di civiltà non rinviabile”, replicano i parlamentari del Pd. Eppure Papa Francesco non smette di ricordarci che accogliere i migranti – e accogliere dignitosamente - è un imperativo morale. E il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin, parlando a Roma al VI Forum internazionale su migrazioni e pace, avverte: le attuali migrazioni non sono “un'emergenza transitoria” ma “una sfida all'umanità”.

Muri
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento