Una poesia per il tuo vicino

Il quartiere di San Pio X sulla via della condivisione con la “Bacheca di strada”. L'assessora Chiara Maule: “Una risposta all'esigenza di prendersi cura delle cose e delle persone in un quartiere variegato e in continuo movimento”

“La bacheca è nata con lo scopo di creare rete, legami nel vicinato, in particolare per rendere partecipi della vita di quartiere chi, come gli anziani, non ha la possibilità di interagire attraverso i social”. A raccontarci questo inedito progetto è Domenico Recchia, educatore e cofondatore del gruppo Facebook “Residenti San Pio X e dintorni”.

La “Bacheca di strada” è posizionata all'incrocio fra via Vittorio Veneto e e via Bronzetti; si compone di uno spazio destinato all'affissione di manifesti e di una cassetta postale “all'americana” adibita allo scambio di libri e poesie. Ognuno può liberamente prendere un pensiero e lasciarne un altro.

“L'idea è partita dall'associazione 'Il gioco degli specchi' che aveva promosso l'attività di una donna del posto che si diletta a tradurre poesie per renderle accessibili anche a chi non è di madrelingua italiana”, continua il rappresentante di “Residenti in San Pio X e dintorni”. “Erano state stampate e distribuite nelle attività commerciali del rione. Da qui – prosegue Recchia – si è pensato di proporre un 'punto poesia', sulla scia della cassetta di scambio libri già presente nel quartiere dallo scorso anno”.

All'iniziativa collabora anche il Comune di Trento nell'ambito del Progetto beni comuni e del Servizio gestione parchi della circoscrizione. “All'interno delle politiche sociali il progetto è un buon segnale; risponde all'esigenza di prendersi cura delle cose e delle persone in un quartiere molto variegato e in continuo movimento”, spiega Chiara Maule, assessora per le materie della partecipazione, innovazione, formazione e progetti europei, presente all'inaugurazione della “Bacheca di Strada”, avvenuta venerdì 24 febbraio.

Nel corso della piccola cerimonia sono intervenuti anche i bambini della classe V delle scuole elementari “De Gaspari” di Trento che hanno animato l'evento recitando poesie che avevano imparato in classe. “Qualche bambino più coraggioso si è cimentato invece con poesie appositamente composte per l'evento”, racconta Maule.

Gli scolari hanno consegnato simbolicamente le chiavi della bacheca ai presidenti delle associazioni coinvolte. Una copia è stata poi affidata a una signora che abita nel palazzo antistante alla bacheca e che si è offerta di controllarla; un’altra alla farmacista che promuoverà l’iniziativa all’interno della vicina attività commerciale.

“Vorremmo affiggere regolarmente un'agenda, contenete tutti gli appuntamenti del mese nel quartiere”, auspica Domenico Recchia. “Cerchiamo di essere sempre attivi e promuovere svariati eventi: dai laboratori di espressione artistica ai concerti nei bar del rione, passando per vere e proprie feste di quartiere – conclude – organizzate al parco-giardino di Maso Ginocchio”.

vitaTrentina

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
vitaTrentina

I nostri eventi

vitaTrentina