Trasporti: tariffe agevolate per gli universitari che studiano fuori provincia

Lo sciopero delle Ferrovie dello Stato è previsto tra giovedì 16 e venerdì 17 giugno

Anche gli studenti universitari trentini non iscritti all’Ateneo di Trento potranno beneficiare delle tariffe agevolate per il trasposto pubblico, allo scopo di garantire il servizio in tempi di Covid.

Lo ha deciso la Giunta provinciale, che ha disposto una riduzione pari a circa il 50% degli abbonamenti anche per quegli studenti che nel raggiungere sedi universitarie fuori provincia devono comunque spostarsi con i mezzi pubblici all’interno del territorio trentino.

Oltre a questi sono interessati al provvedimento anche gli studenti frequentanti corsi post-diploma, l’Alta Formazione Professionale, borsisti, dottorandi e stagisti e quanti frequentano corsi di livello universitario del Conservatorio di Musica e corsi di livello universitario dell’Istituto per Interpreti e Traduttori.

Ecco di seguito gli importi dei nuovi abbonamenti annuali relativi all’anno accademico 2020-2021 che sono calcolate secondo il parametro ICEF:

oltre i 70 mila euro di reddito l’abbonamento passa da 330 a 160 euro;
fra i 60 e i 70 mila passa da 308 a 150 euro;
fra i 40 e i 50 mila passa da 286 a 140 euro;
fra i 30 e i 40 mila passa da 242 a 120 euro;
fra i 20 e i 30 mila passa da 220 a 110 euro;
sotto i 20 mila passa da 198 a 100 euro.

vitaTrentina

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
vitaTrentina

I nostri eventi

vitaTrentina