Meridiani
stampa

Sono centinaia i leader indigeni uccisi in una guerra a bassa intensità

In Colombia muore il processo di pace

In Colombia, nel disinteresse pressoché dominante dell’opinione pubblica internazionale (e dei più diffusi mass media), si consuma una strage continua, subdola, generalizzata. Vengono assassinati leader indigeni, rappresentanti contadini, membri di cooperative agricole, catechisti, ex guerriglieri delle Farc che avevano accettato di deporre le armi e seguivano programmi di reinserimento nella vita civile.

Parole chiave: Colombia (67), pace (740), popoli (215)

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito