Politica&Società
stampa

Cermis, 20 anni dopo

Il 3 febbraio 1998 un jet militare statunitense decollato dalla base di Aviano per un volo di addestramento tranciò il cavo della funivia. 20 le vittime. Domani alle 10 nella Chiesa dell’Addolorata a Cavalese la celebrazione della messa. Mazza (L'Idea): "Vogliamo spingere i giovani a riflettere sul valore della memoria per promuovere la pace"

Cermis, 20 anni dopo

Domani 3 febbraio ricorre il 20esimo anniversario dalla strage del Cermis. Era il 3 febbraio 1998 quando un jet miliatre statunitense decollato dalla base di Aviano per un volo di addestramento, volando a una quota inferiore a quanto concesso e in violazione dei regolamenti, tranciò il cavo della funivia. La cabina, con a bordo venti persone, precipitò per circa 80 metri schiantandosi al suolo. Non si salvò nessuno.

Domani in ricordo delle vittime verrà celebrata una messa commemorativa alle 10 nella Chiesa dell’Addolorata a Cavalese.

Lo Spazio Giovani “L’Idea”, attivo per promuovere nei giovani il valore della memoria e la riflessione sul tema della pace,rivolge un appello agli adulti (genitori, insegnanti, educatori, allenatori e responsabili di associazioni) affinché aiutino i giovani di oggi a non dimenticare e a tenere viva una memoria attiva, contribuendo a diffondere una cultura di pace e di rispetto per la vita umana, il territorio e l’ambiente.

Sentiamo il responsabile dello Spazio Giovani “L’Idea” Marco Mazza. (ascolta qui sotto)

Ascolta l'audio

Cermis, 20 anni dopo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento