Sentieri
stampa

SENTIERI -

Il vero virus: la “distrazione” da troppe tragedie

Da un lato c’è l’antica paura verso ciò che non si conosce, dall’altro la “distrazione” di fronte a tragedie ben più profonde che colpiscono ogni giorno bambini, donne, uomini. Questa è la prima emergenza, ed è “politica” come già ben sapeva il Manzoni, scrivendo di untori e monatti, governatori e cardinali, nel suo romanzo sugli sposi promessi e la peste del 1630. Politica, perché se gli Stati non sanno mantenere la pace (allora c’erano i Lanzichenecchi, oggi i “Contractors” delle potenze l’una contro l’altra armate, qui si diffondono i virus, ma in Siria, in Libia, a Kabul … piovono bombe) è inutile che esse pretendano di gestire soccorsi, medici di base e farmacie.

Parole chiave: en (624)

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito