anno 91 - n° 27 - Zuppa inglese
stampa

Orto&giardino

Arbusto insolito

A chi è amante di piante insolite e curiose consigliamo di piantare in giardino l’albero delle frange. E’ un cespuglio dai caratteristici fiori nastriformi che ricoprono la pianta come delle frange.

Percorsi: orto
Parole chiave: agricoltura (2120), orto (502)
Splendida la fioritura dell'albero delle frange  "Chionanthus virginicus".

Splendida la fioritura dell'albero delle frange "Chionanthus virginicus".

ARBUSTO INSOLITO. A chi è amante di piante insolite e curiose consigliamo di piantare in giardino l’albero delle frange. E’ un cespuglio dai caratteristici fiori nastriformi che ricoprono la pianta come delle frange. Sono di colore bianco e profumatissimi.

Si chiama albero delle frange o della neve (Chionanthus virginicus) ed è originario del Nord America. E’ molto rustico, resistente al freddo e adattabile in fatto di esposizione (preferisce la mezz’ombra, ma cresce bene anche al sole pieno). Vuole terreni acidi e arriva a tre metri di altezza. Il fusto é contorto e intrecciato, molto ricco di ramificazioni. Le foglie sono verde scuro e cerose in estate e si colorano di giallo carico in autunno: fiorisce a meta aprile e i fiori sembrano strani e sottili festoni. IL suo persistente profumo, prolungato e delicato lo fa una ornamentale da porre a dimora vicino alla porta di casa o ad una finestra. Sta bene anche come pianta isolata nel tappeto verde.

PETUNIE E SURFINIE. Le petunie collocate su balconi e terrazzi, in terrine o vasi, sono ora al massimo del loro sviluppo e fioritura. Nei nostri climi sono diventate da qualche anno le vere rivali dei gerani, Garantiscono oltre al tanto verde una rifiorescenza spettacolare per tutta la durate della bella stagione. Questo fiore appartiene alla famiglia delle solanacee (la stessa di pomodoro e patata) e conta alcune decine di specie diverse. Le petunie surfinie sono ibridi piuttosto recenti di petunie a portamento pendulo. Hanno maggiore vigore delle petunie normali ed una migliore capacità di rifiorire. Tutte le petunie amano posizioni calde e luminose. Temono però il vento e la pioggia. Amano terriccio umido, ma mai fradicio per cui anno annaffiate solo quando il terriccio superficiale è asciutto. Concimare con nutrienti liquidi bilanciati ricchi di potassio e fosforo e specifici per piante da fiore.

AZZURRO ORTENSIA. “Come riportare una ortensia dai fiori rosa all’originario colore azzurro?”. Alla domanda di Elisa di Rovereto che è anche quella di molte lettrici visto che ora le ortensie sono in fiore facciamo presente che le ortensie sono facili da mantenere e molto prezzate per la bellezza dei loro fiori: abbondanti infiorescenze a corimbo composte da moltissimi fiorellini a quattro petali di colore rosa, malva, violetto e bianco. Le ortensie prediligono posizioni ombreggiate e fresche, ma soprattutto terreni a reazione acida con pH non superiore a 6,5. E’ il terreno a condizionare il colore di questo fiore. Succede così che ortensie acquistate dai fiori blu o azzurri se coltivate il suoli neutri o calcarei fioriscano di rosa o bianco. Per mantenere il colore azzurro quindi la pianta va coltivata in terreno acido, bagnata con acqua riposata priva di calcare. Per mantenere il colore azzurro esistono in commercio soluzioni dette “azzurranti”. Si tratta di prodotti contenenti solfato di alluminio, ferro e altri microelementi. Per i fai da te può essere sufficiente (ma non sempre) spargere alla base dei cespi chiodi vecchi o della limatura di ferro.

Il nostro consiglio però è che per mantenere il colore originario, non solo delle ortensie, bisogna è conoscere bene il terreno ed agire di conseguenza.

Arbusto insolito
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento