Cronaca
stampa

Ieri, 9 aprile 2018, l’amministratore delegato di Vita Trentina Editrice Sc ha comunicato al personale dipendente la chiusura della radio diocesana Trentino inBlu e il licenziamento di due giornalisti della redazione. Questo il mandato che ha spiegato di aver ricevuto dal consiglio di amministrazione della cooperativa.

La redazione di Vita Trentina e Trentino inBlu in sciopero

Ieri, 9 aprile 2018, l’amministratore delegato di Vita Trentina Editrice Sc ha comunicato al personale dipendente la chiusura della radio diocesana Trentino inBlu e il licenziamento di due giornalisti della redazione. Questo il mandato che ha spiegato di aver ricevuto dal consiglio di amministrazione della cooperativa.  In risposta a questa grave comunicazione, le giornaliste e i giornalisti di Vita Trentina e di radio Trentino inBlu hanno deciso di attuare come prima azione due giorni di sciopero. Hanno inoltre dato mandato al Sindacato Giornalisti del Trentino Alto Adige/Südtirol – che fa parte della Federazione Nazionale della Stampa Italiana - di gestire la vertenza che si è aperta, per poter discutere lo stato di crisi dell’azienda e trovare le migliori soluzioni condivise, evitando dannose forzature.

Monitor

Ai lettori del settimanale Vita Trentina

Agli ascoltatori di radio Trentino inBlu

Ai navigatori delle piattaforme web www.vitatrentina.it e www.trentinoinblu.it

 

Ieri, 9 aprile 2018, l’amministratore delegato di Vita Trentina Editrice Sc ha comunicato al personale dipendente la chiusura della radio diocesana Trentino inBlu e il licenziamento di due giornalisti della redazione. Questo il mandato che ha spiegato di aver ricevuto dal consiglio di amministrazione della cooperativa. 

In risposta a questa grave comunicazione, le giornaliste e i giornalisti di Vita Trentina e di radio Trentino inBlu hanno deciso di attuare come prima azione due giorni di sciopero. Hanno inoltre dato mandato al Sindacato Giornalisti del Trentino Alto Adige/Südtirol – che fa parte della Federazione Nazionale della Stampa Italiana - di gestire la vertenza che si è aperta, per poter discutere lo stato di crisi dell’azienda e trovare le migliori soluzioni condivise, evitando dannose forzature.

Concludiamo con le parole di mons. Nunzio Galantino (fonte: Sir, novembre 2016), Segretario generale della Conferenza episcopale italiana: “Penso che i giornali diocesani abbiano un ruolo molto importante perché sono ma voce delle periferie, quelle periferie che spesso vengono ignorate… oggi siamo chiamati a farlo con la sensibilità, e anche con le tecnologie che sono più adeguate al mondo di oggi. Per questo dobbiamo avere anche noi, come realtà diocesane, la capacità di avere non solo la voglia di conservare ma anche di innovare, perché quello che diciamo e quello che facciamo abbia un senso, perché non è detto che quello che ieri funzionava debba funzionare anche oggi”. E concludeva rivolto ai settimanali diocesani: “Per questo mi interrogo pensoso quando avverto che le vostre testate non trovano nelle rispettive Chiese l’appoggio che meriterebbero”.

E con le parole di Papa Francesco ai membri dell’Unione stampa periodica italiana (Uspi) e della Federazione italiana settimanali cattolici (Fisc) ricevuti in udienza (fonte: Sir, dicembre 2017): “I settimanali diocesani, integrati con le nuove forme di comunicazione digitale, rimangono (pertanto) strumenti preziosi ed efficaci, che necessitano di un rinnovato impegno da parte dei Pastori e dell’intera comunità cristiana e della benevola attenzione dei pubblici poteri”.

Le giornaliste e i giornalisti di Vita Trentina e di radio Trentino inBlu

Augusto Goio

Antonella Carlin

Michela Grazzi

Marco Mazzurana

 

Trento, 10 aprile 2018

Il comunicato

Il comunicato

La redazione di Vita Trentina e Trentino inBlu in sciopero
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento