Era partito dalla sua Val di Rabbi da ragazzo. Ultimo dei figli, si chiamava Decimo, secondo l’ordine di nascita. Suo fratello Oreste era già entrato in seminario a Trento. Gli altri Guarnieri, nel frattempo, si sono sparpagliati in regione generando una parentela da far invidia ad Abramo. Tra i tanti si annovera il nipote don Tarcisio. Fratel Decimo Guarnieri era nato il 31 dicembre 1938. Diceva di non essere un campione nello studio e pertanto il suo obiettivo era di diventare “frate da cerca”, come se ne vedevano un tempo tra i Cappuccini. Frati semplici che andavano di casa in casa a chiedere un po’ di carità, frati molto amati dalla gente.

Una sentenza della Corte di Giustizia europea impone il  rispetto del principio di precauzione anche per le piante migliorate con biotecnologie che non comportano il trasferimento di geni estranei nel loro DNA. A S. Michele il genoma editing si usa per produrre nuove conoscenze. Cosa accadrà ora agli studi portati avanti dalla Fondazione Mach?

Aprono il 15 ottobre le iscrizioni al pellegrinaggio in Terra Santa che la Diocesi di Trento propone dal 14 al 21 febbraio 2019.

L’Arcivescovo Lauro, che ha rilanciato l’importanza della preghiera anche come “formidabile operazione di umanizzazione, ha chiesto che l’Azione cattolica di proseguire nel prendersi cura della proposta di spiritualità per i laici adulti della Diocesi. Ecco ripartire le sei Giornate di Spiritualità – il terzo sabato del mese – sul tema “La preghiera, dialogo d’amore” in collaborazione con alcune realtà e comunità religiose locali, che dove possibile ospiteranno gli incontri.

Sabato 13 e domenica 14 ottobre appuntamento in contemporanea in 250 città con la settima edizione delle Giornate Fai d’autunno. In Trentino il Gruppo Giovani Fai in collaborazione con il Gruppo Dolomiti Edison Energy invita a visitare la diga di S. Giustina e la centrale idroelettrica di Taio.

Gli undici candidati, le 22 liste che li appoggiano e tutti i nomi dei candidati alle elezioni provinciali del 21 ottobre 2018..

Riparte la Stagione mentre cresce anche la proposta dei concerti mattutini alle ore 9 del martedì.

Sabato 13 ottobre per le vie di Trento una manifestazione contro razzismo e fascismo, per una società inclusiva. “E’ il momento di uscire dai social, per entrare nel sociale”, dicono gli organizzatori. Appuntamento alle 16 in via Alfieri.

“Se mi sbaglio, mi corrigerete”: conversazione nel 40° anniversario dell’Elezione del Papa “venuto da un paese lontano”, il polacco Karol Wojtyla, San Giovanni Paolo II.

Occorre tenere gli occhi aperti anche in casa nostra e non assuefarsi agli attacchi alla libertà di stampa. Da qualunque parte provengano. Non c'è consenso elettorale che tenga, quando è in gioco una questione di libertà. Perché di questo si tratta, non di una difesa corporativa dei giornalisti.

Cambiano i tempi , ma le idee di fondo che sono l’humus della nostra Costituzione non sono mutate. Nell’ambito della Settimana dell’Accoglienza, l’intervento del professor Valerio Onida, presidente emerito della Corte Costituzionale, sull’attualità della nostra Carta fondamentale.

LE OPINIONI

Dagli uomini di Chiesa nessuna indicazione di voto per schieramenti e partiti, ma un invito alle coscienze a valutare le scelte più utili al bene comune e ad una società solidale e giusta - i programmi, le persone e le alleanze - sulla base di una necessaria informazione.

Il governo ha imboccato una strada piuttosto rischiosa: la scelta di sfidare l’Unione Europea fidando sul fatto che una Commissione a fine mandato e con scarse possibilità di riconferma abbia poche possibilità di mettersi di traverso sulle scelte di uno stato membro.

E’ in atto un attacco all’informazione e alla democrazia - che sulla stampa libera si regge -, che ha provocato una levata di scudi di tutta la categoria. "Quando i potenti di turno attaccano i giornali che li criticano, è sempre un segnale inquietante per la democrazia".

Una delle pagine evangeliche più famose dove la grandezza di Gesù si scopre nella sua capacità di amare fino al punto di lasciar andare per la sua strada quel «tale» che troppo si era identificato con le sue ricchezze. Che cosa significa seguire Gesù morto e risorto nella nostra vita quotidiana?

Già nel Vecchio Testamento emerge l'intuizione/ispirazione - espressa da Osea, Geremia, Isaia, Samuele, nei Salmi 40, 50, 51 o in Proverbi, Qohelet, Siracide - che il Santo d'Israele preferisca la misericordia e solidarietà verso i prossimi, specie orfani, vedove e stranieri, piuttosto che il sacrificio di animali di cui non sente il bisogno e anzi prova disgusto.

Carne, pesce, ma anche molte verdure e sughi cuociono sotto la temperatura di ebollizione dell'acqua raggiungendo una consistenza unica e mantenendo intatti aromi e sapori.

Non pensate che la preparazione del clero sia inadeguata e superata per vivere la vita? La dottrina che comanda, i canoni di sapore medievale, la struttura che forma funzionari invece di pastori, troppo legati al potere e alla carriera... Risponde don Ferruccio Furlan, vicario episcopale per il clero.

Un albo illustrato di qualità che si adatta bene sia alla lettura autonoma dei lettori che muovono i primi passi, sia ad una lettura ad alta voce per divertire i più piccoli.